20 Giugno 2019, 23:04

TREVISO MARATHON, SI CORRE PER IL TRICOLORE MASTER

Strada_generica_resizedParte il countdown per la 15esima edizione della Treviso Marathon. Numeri in crescita per l’evento trevigiano, che domenica 25 marzo, coinvolgerà nei 42,195 km, da Treviso a Treviso, passando per Villorba, Carbonera, Silea, Casale sul Sile e Casier, valevoli per l’assegnazione del titolo italiano individuale di maratona master Fidal e titolo italiano US Acli, quasi 1800 partecipanti. Superata quota 2.400 (iscrizioni ancora aperte nella giornata odierna) invece per la MoohRun 4, corsa ludico motoria aperta a tutti di 3,5 e di 10 km organizzata in collaborazione con La Butto in Vacca. Oggi, venerdì 23 marzo, apertura ufficiale per l’Expo Run nella Sala Merci della Camera di Commercio di piazza Borsa, che fino a domani sarà cuore pulsante dell’evento, con la consegna dei pettorali e stand tecnici e promozionali. Già attivo da giovedì l’Expo Natura, con stand enogastronomici provenienti da tutt’Italia, sempre in piazza Borsa.

PERCORSO - Dopo la partenza alle ore 9.30 da Treviso, in viale Vittorio Veneto, nei pressi Palestra del Coni, i maratoneti entreranno nel territorio di Villorba, transitando nel parco della sede della Provincia, il Sant’Artemio, lambendo il museo etnografico provinciale Case Piavone, nell’area del fiume Storga. A Carbonera si toccherà Villa Tiepolo Passi, a Silea suggestivo lo scorcio sul porticciolo di Sant’Elena. A Casale sul Sile si correrà vicino al porto e alla Torre dei Carraresi. A Casier il tracciato proseguirà all’interno del Parco Naturale Regionale del Fiume Sile, con lo spettacolare passaggio nel Cimitero dei Burci. Continuando tra Alzaia e Restera, l’entrata a Treviso, attraversando il Ponte Dante, per gli ultimi due chilometri nel centro storico, con passaggio in piazza dei Signori. Infine, l’arrivo in piazzale Burchiellati.

ATLETI - Oltre 30 i paesi rappresentati in quella che sarà comunque la più “italiana” delle ultime edizioni. Dopo aver ospitato nel 2009 i campionati italiani assoluti, sempre di maratona, la Treviso Marathon torna così ad ospitare un’importante rassegna nazionale. Tricolore pronto a sventolare e a celebrare le imprese di quegli “amatori” over 35 che sono sempre più in aumento. Molti sono coloro che si avvicinano alla corsa superati i 30 e i 40 anni, senza poi abbandonare più questa passione travolgente. Gli stranieri che arriveranno da Austria, Argentina, Belgio, Brasile, Croazia, Repubblica Ceca, Ecuador, Spagna, Etiopia, Francia, Gran Bretagna, Germania, Grecia, Ungheria, India, Israele, Kenya, Malta, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, San Marino, Svizzera, Slovacchia, Uganda, Ucraina, Stati Uniti, Venezuela approfitteranno dell’evento sportivo per soggiornare a Treviso e in provincia e godersi le bellezze artistiche, storiche, naturalistiche e anche enogastronomiche del territorio. Arriveranno dall’estero anche gli atleti che si contenderanno la vittoria. Domani, sabato, alle ore 12 ci sarà la consegna dei pettorali all’Expo Run. Ci sarà il keniano Gilbert Kipleting Chumba, classe 1986, ex idraulico, che, dopo aver conosciuto tardi la corsa, nell’ottobre 2017, ha sfiorato il podio alla Venice Marathon, chiudendo al quarto posto in 2h16’47”. Tornerà a Treviso, dopo la vittoria 2014 e successive partecipazioni, l’ugandese Simon Rugut, classe 1984. Tra gli italiani, Carmine Buccilli, 35 anni, già tricolore di ultramaratona (50 km) e primato personale di 2h16’30’’.

Check Also

MEETING DI CONEGLIANO: FRARESSO E FABBRI PER UNA SERATA DI GRANDI LANCI

Lanci in primo piano nel 28° Meeting Città di Conegliano-Trofeo Toni Fallai, in programma nella …