20 Giugno 2019, 23:09

TREVISO MARATHON INCORONA I CAMPIONI ITALIANI MASTER (E DUE SONO DEL VENETO)

AAA_Treviso Marathon_2018Una domenica tricolore per la 15esima Treviso Marathon, valida quest’anno come Campionato italiano master di maratona. A trionfare l’ex idraulico keniano Gilbert Kipleting Chumba, che dopo il 36° km si libera della compagnia di Raymond Kemboi Chemungor e va a vincere in 2h12'19" con oltre un minuto di vantaggio nei confronti del connazionale, secondo in 2h13'29". Tra le donne, al 38° km l’attacco decisivo che consegna il successo all’etiope Medina Deme Armino in 2h33'17", davanti alla keniana Euliter Jepchirchir Tanui (2h34'46"). Ma quella di oggi è stata soprattutto la giornata dei tantissimi “over 35” che hanno partecipato alla rassegna nazionale sulla distanza dei 42,195 chilometri: primo master e primo italiano Pasquale Rutigliano (SM40/Olimpiaeur Camp), quarto assoluto in 2h27'47". Al traguardo più di 1400 atleti nella maratona. Grande la festa tra viale Vittorio Veneto, Borgo Mazzini e piazzale Burchiellati, con il popolo dei “muccati” della MoohRun che hanno colorato la città con le loro magliette pezzate, per un totale di oltre 4000 al via. Ad aprire la maratona la cavalcata delle Hugbike guidate tra gli altri dal campione olimpico alla sbarra ad Atene 2004, Igor Cassina. Starter ufficiale il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo, con accanto il consigliere FIDAL, Elio De Anna. Presente anche il consigliere regionale della FIDAL, Giulio Pavei.

UOMINI - La gara maschile vede formarsi subito un drappello di atleti, tutti africani, guidati da Chumba e Chemungor. Al 28° km iniziano a definirsi le posizioni per la vittoria, con i due che restano soli in testa. Tra il 30° e il 35° tentano l’allungo, senza però riuscirci. Dopo l’entrata di Casier, è tra le passerelle del Cimitero dei Burci che Chumba attacca, questa volta in maniera decisiva. Tra le strade del capoluogo, incrementa il vantaggio e alza le braccia al cielo: vittoria con nuovo primato personale in 2h12:19. “Questa era la mia terza maratona, sono contento della vittoria e di essermi migliorato - ha commentato il 32enne - dedico a me stesso questo successo, perché mi sono impegnato molto. Ho apprezzato molto l’accoglienza e il calore dell’organizzazione e del pubblico, che mi ha incitato per tutto il percorso. Appena tornerò in Kenya, comprerò una mucca da latte che chiamerò Treviso, in onore di questa maratona”. Secondo posto a Chemungor in 2h13'29", terzo il marocchino Yassine Kabbouri in 2h20'03".

DONNE - Appena dopo l’avvio si forma un tandem composto dalle due favorite, l’etiope Medina Deme Armino e la keniana Euliter Jepchirchir Tanui. Le croate Sustic, Vrajic e Ilijas non riescono a tenere il passo e si staccano in breve dalla testa. Le due africane continuano regolari, fino al 37° km quando in un tratto di sterrato l’etiope accelera e si scrolla di dosso la compagnia di viaggio per fare sua la 42,195 km trevigiana fermando il cronometro sul tempo di 2h33'17". Secondo posto per Euliter Jepchirchir Tanui in 2h34'46", terzo alla croata Nikolina Sustic in 2h43'53". Prima italiana Giulia Montagnin (Atl. Saluzzo), sesta in 2h58'29" e prima master Federica Poesini (SF40/Pietralunga Runners), settima con 2h59'59" (da comunicato stampa Organizzatori)

CAMPIONI ITALIANI MASTER 2018 DI MARATONA UOMINI SM35: Thomas Capponi (Runners Bergamo) 2h29'48" SM40: Pasquale Rutigliano (Olimpiaeur Camp) 2h27'47" SM45: Alessio Loner (Atl. Valle di Cembra) 2h33'45" SM50: Antonio Mascari (Pol. Nadir Palermo) 2h33'32" SM55: Claudio Faraoni (Atl. Di Marco Sport) 2h45'37" SM60: Gianfranco Grisonich (Trieste Atletica) 2h57'02" SM65: Carluccio Bordoni (2002 Marathon Club Sondrio) 3h05'23" SM70: Roberto Curletto (Atl. Arcisate) 3h19'32" SM75: Giovanni Ronco (Gioia Running) 4h30'24" SM80: Giuseppe Degrassi (Road Runners Club Milano) 5h35'51" SM85: Giovanni Bertoli (Atl. Mareno) 6h05'23"

DONNE SF35: Maria Rosa Erario (Pod. Leinì) 3h00'31" SF40: Federica Poesini (Pietralunga Runners) 2h59'59" SF45: Serena Guagliata (Atl. Corriferrara) 3h00'05" SF50: Paola Doro (Nuova Atl. Roncade) 3h21'04" SF55: Lucia Pedranz (Atl. Valle di Cembra) 3h27'18" SF60: Patrizia Negri (Marathon Club Imperia) 4h16'43" SF65: Rosa Lettieri (Gs Sandamianese) 5h15'38" SF70: Donata Torcoli (Atl. Lumezzane) 4h16'26" SF75: Fiorenza Simion (Us Primiero) 5h58'45"

Check Also

MEETING DI CONEGLIANO: FRARESSO E FABBRI PER UNA SERATA DI GRANDI LANCI

Lanci in primo piano nel 28° Meeting Città di Conegliano-Trofeo Toni Fallai, in programma nella …