4 Dicembre 2022, 22:39

CASTELFRANCO, TANTE STELLE A CACCIA DEL TRICOLORE SUI 10 KM

Castelfranco Veneto è pronta a tingersi del tricolore. Inizia il conto alla rovescia per i campionati italiani assoluti, promesse e juniores dei 10 km di corsa su strada, evento che sabato 3 settembre, a partire dalle 17, assegnerà anche i titoli individuali per la categoria allievi (10 km al maschile e 6 al femminile) e costituirà la seconda prova del campionato italiano di società. La manifestazione – presentata questa mattina nella sala consiliare del Municipio – è organizzata da due storiche società della Marca, il Gruppo Atletica Vedelago e l’Us Atletica Quinto Mastella, che nell’affrontare l’impegnativa sfida tricolore hanno trovato il pieno supporto del Comune di Castelfranco Veneto. Sarà un pomeriggio da non perdere, in cui lo spettacolo dell’atletica, reduce dalle grandi rassegne internazionali di Eugene (Mondiali) e Monaco di Baviera (Europei), verrà esaltato dalla cornice storica che accompagnerà le gare, con le antiche mura cittadine a fare da sfondo alla passerella tricolore. Otto i titoli italiani individuali in palio (assoluti, promesse, juniores e allievi, sia maschili che femminili). Già trecento gli iscritti, anche se i numeri sono destinati ad aumentare perché le adesioni saranno possibili sino a martedì 30 agosto.

LA PRESENTAZIONE – Un’affollata conferenza stampa ha lanciato ufficialmente, oggi, il conto alla rovescia in vista della rassegna tricolore. “E’ un piacere e un onore ospitare i campionati italiani dei 10 km di corsa su strada che porteranno i migliori atleti azzurri a sfidarsi in un circuito in centro città – ha commentato il sindaco di Castelfranco Veneto, Stefano Marcon -. Oltre al valore sportivo della manifestazione, sono certo che i campionati avranno anche un richiamo di pubblico e curiosi che permetterà alla nostra città di farsi ulteriormente conoscere ed apprezzare anche in chiave turistica”. “Abbiamo accolto con favore la proposta di ospitare la rassegna tricolore contribuendo anche economicamente, tanto più perché tra gli organizzatori, assieme all’Us Atletica Quinto Mastella, c’è il Gruppo Atletica Vedelago, società che rappresenta un punto di riferimento per i nostri sportivi e che sosteniamo come amministrazione comunale”, ha aggiunto l’assessore allo Sport Franco Pivotti. “Arriva a Castelfranco una manifestazione di alto livello, con atleti reduci da Mondiali ed Europei. Sarà un grande spettacolo in una città che è già di per sé uno spettacolo. Ringrazio tutti coloro che si stanno impegnando per realizzare un evento che promette di essere ricordato a lungo e valorizza il ruolo di due società, come Vedelago e Quinto, che rappresentano realtà importanti nel panorama della nostra atletica”, ha detto il presidente del Comitato regionale della Fidal, Francesco Uguagliati, affiancato dal presidente del Comitato provinciale, Dino Brunello, e dal Consigliere regionale Oddone Tubia. Roberto Minotto, presidente del Gruppo Atletica Vedelago, e Serafino Guidolin, presidente dell’Us Atletica Mastella Quinto, hanno sottolineato il lungo impegno delle due società a favore della promozione dell’atletica. “Castelfranco è una location eccezionale, ricca di arte e di storia: ne abbiamo tenuto conto al momento di disegnare il percorso che sarà veloce e spettacolare al tempo stesso – ha aggiunto Kevin Durigon, responsabile organizzativo dell’evento -. Ringraziamo tutti coloro che ci sostengono, ma in particolare i circa 100 volontari delle nostre società sportive che saranno coinvolti nell’organizzazione”. Tra gli intervenuti alla conferenza stampa anche due ex atleti locali, Maurizio Bobbato (800) e Daniela Marconi (100 ostacoli).

LE STELLE – Iliass Aouani (Fiamme Azzurre/Atl. Casone Noceto) e Sofiia Yaremchuk (Esercito) sono annunciati a Castelfranco Veneto per difendere i titoli italiani assoluti vinti nel 2021 a Forlì. Aouani, quattro volte tricolore nella passata stagione (cross, 10.000 metri in pista, 10 km su strada e mezza maratona), reduce dalla maratona degli Europei di Monaco di Baviera (19° in una gara di sofferenza a causa dei crampi), ritroverà Yohanes Chiappinelli (Carabinieri), bronzo europeo nei 3000 siepi a Berlino 2018 e secondo l’anno scorso sulle strade romagnole. Ma i riflettori saranno puntati soprattutto su Pietro Riva (Fiamme Oro), primatista italiano sulla distanza (27’50” a Laredo, in Spagna, nel marzo 2022, tempo eguagliato giovedì sera ad Arezzo da Chiappinelli) e quinto nei 10.000 metri, a suon di record personale (27’50”51), nella rassegna continentale di Monaco di Baviera. Tra gli iscritti anche Italo Quazzola (Atl. Casone Noceto), bronzo nei 5000 metri ai Giochi del Mediterraneo di Orano, e il giovane ugandese Oscar Chelimo (Atl. Casone Noceto), classe 2001, terzo nei 5000 metri ai Mondiali di Eugene, in gara per il campionato di società, Al femminile, oltre a Yaremchuk, nata in Ucraina e italiana dalla fine del 2020, che l’anno scorso a Forlì ha vestito la sua prima maglia tricolore, risulta iscritta Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre), finalista olimpica a Tokyo nei 5000 metri, nell’anno che l’ha vista conquistare anche il titolo europeo under 23 di cross, e poi settima sulla stessa distanza agli Europei di Monaco di Baviera, dove non è arrivata al massimo della forma a causa di un infortunio sofferto nella prima parte di stagione. Tra le iscritte anche la siepista e crossista azzurra Valeria Roffino (Fiamme Azzurre), Veronica Inglese (Esercito), talento troppo spesso frenato da infortuni, Giovanna Selva (Sport Project Vco) e la giovane Aurora Bado (Freezone), campionessa italiana juniores uscente, oltre alla veterana azzurra Rosaria Console (Caivano Runners). Un cast comunque incompleto, in un momento in cui le iscrizioni sono ancora apertissime e alcuni atleti stanno valutando le condizioni di forma dopo una stagione ricca di impegni.

IL PERCORSO – L’omologazione del percorso tricolore è stata effettuata l’altro ieri, mercoledì 24 agosto dal misuratore internazionale Aims-Iaaf di grado A, Massimo Grandi, accompagnato dal giudice di gara Enzo Maoret. Il tracciato si svilupperà per 2.451 metri, offrendo uno spettacolare colpo d’occhio sulle mura medievali che cingono il cuore storico della città. Per ogni gara sui 10 km sono previsti quattro giri: partenza e arrivo saranno in Piazza Giorgione, ma non coincideranno (lo start sarà all’altezza del Bar Borsa, il traguardo 200 metri più avanti), così da permettere il raggiungimento della distanza standard. Per le allieve, categoria impegnata sulla distanza di 6 km, sono previsti tre giri su un percorso ridotto. Dopo lo start in Piazza Giorgione, la prima parte del tracciato si svilupperà all’esterno delle mura. Gli atleti, correndo in senso antiorario, transiteranno in via Filzi e in via Roma. Quindi svolteranno a destra per Borgo Pieve e imboccheranno via Puccini, sino a sbucare nel lungo rettilineo alberato di viale Cesare Battisti. Da qui, la gara proseguirà in Borgo Treviso e in via Riccati, svolterà a sinistra per via San Giacomo, attraverserà Piazzetta Fusinato e approderà in Corso XXIX Aprile, l’ultimo rettilineo prima di approdare nuovamente in Piazza Giorgione. Il tracciato è piatto e veloce, l’unica variazione di pendenza, tanto breve da risultare quasi impercettibile, è costituita dal ponte sul Musonello, che gli atleti incontreranno nel finale di ogni giro. Ma, considerando il valore degli iscritti, è da attendersi un pomeriggio da record anche sotto il profilo cronometrico.

IL PROGRAMMA – Il pomeriggio tricolore prevede quattro partenze. Il primo start sarà alle 17 e riguarderà la gara allieve. Alle 17.45 toccherà agli allievi. Seguirà, alle 18.45, la gara femminile assoluta e, alle 19.45, la prova maschile assoluta. Queste ultime due gare, oltre ai titoli assoluti, assegneranno le maglie tricolori delle categorie promesse (20-22 anni) e juniores (18-19 anni). Ci sono tutte le premesse per un grande spettacolo, tinto d’azzurro e incoronato dal tricolore.

Check Also

PROSECCO RUN E MARCIA DEL GIOCATTOLO, LA DOMENICA DI CORSA  

La pioggia non ha fermato la festa della Prosecco Run (foto TORRES) che oggi, insieme …