23 Settembre 2019, 21:38

CORRITREVISO, FESTA AZZURRA PER I 30 ANNI DELLA CLASSICA DI PIAZZA DEI SIGNORI

Il traguardo non è da tutti. E la Corritreviso – Trofeo Lattebusche lo sta preparando al meglio. Venerdì 21 giugno, la grande classica di Piazza dei Signori spegnerà le sue prime 30 candeline. Sarà un appuntamento da non perdere, che si aprirà con il campionato regionale giovanile; proseguirà con la gara aperta a tutti gli appassionati e terminerà con due prove ad invito – prima le donne (5 km), poi gli uomini (10 km) – che coinvolgeranno molti big del mezzofondo azzurro. La manifestazione – presentata ufficialmente mercoledì sera al Bhr Treviso Hotel, con gli interventi del presidente della Fidal provinciale Oddone Tubia, del consigliere regionale Giulio Pavei, del sindaco di Treviso Mario Conte (annunciato anche al via della gara), dell’assessore allo Sport del Comune di Treviso, Silvia Nizzetto, e del direttore marketing di Lattebusche, Matteo Bortoli - è organizzata dall’Asd Corritreviso, con il patrocinio del Comune di Treviso e la partnership della sezione provinciale della Lilt, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, rappresentata ieri sera dalla vicepresidente Nelly Mantovani.

LA STORIA - Da trent’anni, alla guida di Corritreviso c’è Enrico Caldato. “Siamo partiti nel 1990, eravamo in quattro: io, Samuel Ceccon, Vania Zanatta e Francesco ‘Franz’ Favaro. La prima edizione costò 6 milioni e mezzo di vecchie lire, si correva la domenica pomeriggio. Era tutto più facile, ma oggi la Corritreviso ha una nuova dimensione che è molto gradita agli atleti: il venerdì sera la città è ancora più bella. Speriamo di arrivare a 800 iscritti: per una 10 km Fidal, sarebbe un grandissimo risultato”.

TOP RUNNERS – La gara maschile ad invito vedrà al via il campione italiano dei 10.000 metri (2016 e 2017) e della mezza maratona (2018) Ahmed El Mazoury. Riflettori puntati anche su altri cinque atleti: Abdoullah Bamoussa, finalista nei 3000 siepi agli Europei di Amsterdam, azzurro all’Olimpiade di Rio e ai Mondiali di Londra, già secondo a Treviso nel 2018; Pietro Riva, campione europeo juniores dei 10.000 metri nel 2015 e vicecampione italiano assoluto 2018 dei 5000 metri; Cesare Maestri, vicecampione europeo 2018 di corsa in montagna, e gli emergenti Alessandro Giacobazzi, campione italiano under 23 di mezza maratona, e Ahmed Ouhda, miglior under 23 italiano di questo primo scorcio di stagione nei 10.000 metri. Tifo di casa per Paolo Zanatta (primo alla Corritreviso nel 2013 e 2015), Simone Gobbo (leader nel 2016) e Stefano Ghenda. Da seguire inoltre il maratoneta Francesco Bona e Stefano Guidotti Icardi. In campo femminile, torna alla Corritreviso la vincitrice dell’edizione 2018, Veronica Paterlini, ma le favorite della gara sono Elena Romagnolo, finalista olimpica nei 3000 siepi (2008) e nei 5000 (2012), e Sara Brogiato, altra emergente. Outsider di lusso, l’azzurra del cross Federica Dal Ri. Poi Natascia Meneghini, Maurizia Cunico, la giovane Laura De Marco. E poi ancora Erica Franzolini, Sonia Lopez, Silvia Gavarretti.

QUOTA 600 – Gli iscritti alle gare assolute della 30^ Corritreviso – Trofeo Lattebusche, in queste ore, hanno raggiunto quota 600. Ad essi andranno aggiunti gli iscritti alle gare giovanili. Sarà possibile prenotare un pettorale per le gare assolute sino alle ore 24 di mercoledì 19 giugno. Poi le iscrizioni riapriranno, con quota maggiorata, venerdì 21 giugno, alle 19.30, presso la segreteria organizzativa di Piazza Borsa. Non si andrà comunque oltre gli 800 iscritti, gare giovanili escluse: possibile una chiusura in anticipo delle adesioni.

CAMPIONATO REGIONALE GIOVANILE – La serata della 30^ Corritreviso - Trofeo Lattebusche sarà aperta dalle gare giovanili, che anche quest’anno coincideranno con il campionato regionale individuale per le categorie ragazzi, cadetti e allievi. Corritreviso Kids – questo il nome dell’evento nell’evento - sarà dunque, più che mai, una passerella per le giovani stelle del mezzofondo veneto, che a Treviso saranno protagoniste di uno dei più significativi appuntamenti della stagione su strada. Le gare giovanili sono anche valide per il campionato provinciale Fidal di società. In palio, inoltre, il prestigioso Trofeo Lattebusche, che andrà alla società con più iscritti nell’insieme delle categorie esordienti, ragazzi, cadetti e allievi. Le categorieesordienti (per le quali è prevista una prova dimostrativa, senza assegnazione di titoli), ragazzi e cadetti si sfideranno su uno spettacolare percorso ridotto di 580 metri, da ripetere più volte a seconda delle fasce d’età, che avrà anch’esso partenza e arrivo in Piazza dei Signori. La categoria allievi tornerà invece a cimentarsi sul percorso da mille metri, omologato Fidal, che a fine serata ospiterà le due gare assolute ad invito.

ORARI E DISTANZE – La segreteria organizzativa della 30^ Corritreviso – Trofeo Lattebusche sarà in Piazza Borsa. Qui saranno posizionati anche gli spogliatoi e il punto di consegna delle borse con gli indumenti personali. Tutte le gare partiranno e arriveranno in Piazza dei Signori. Il ritrovo per le categorie giovanili è alle 18.15. Ecco orari e distanze di gara. Ore 19: esordienti A masch. e femm. (580 metri, 1 giro piccolo). 19.10: ragazze (1.160 metri, 2 giri piccoli). 19.20: ragazzi (1.740 metri, 3 giri piccoli). 19.30: cadette (1.740 metri, 3 giri piccoli). 19.40: cadetti (2.320 metri, 4 giri piccoli). 19.50: allievi e allieve (5.000 metri, 5 giri su percorso omologato Fidal da 1.000 metri). Per le gare del settore assoluto il ritrovo è invece previsto, sempre in Piazza Borsa, alle 19.30. La gara master maschile e quella femminile per tutte le categorie scatterà alle 20.30 e si svilupperà su un totale di circa 9,9 km (tre giri grandi di lunghezza variabile da 3 a 3,5 km). La gara femminile ad invito – novità dell’edizione 2019 - scatterà alle 21.45 e sarà sulla distanza di 5 km. La gara maschile ad invito partirà invece alle 22.10 e sarà sulla distanza di 10 km.

Check Also

REGIONALI CADETTI: DOMENICA DA APPLAUSI PER BERGAMO E LAZZARO

Il Veneto procede a gonfie vele sulla rotta per i campionati italiani cadetti, individuali e …