21 Aprile 2021, 4:44

CROSS: FANIEL, EPIS E LONEDO IN CERCA DI GLORIA TRA I MULINI

Il fascino dei mulini, la magia di una tradizione che non si era interrotta durante la seconda guerra mondiale e che non si arrende nemmeno al Covid-19. Con prudenza, certamente. Adottando tutti gli accorgimenti necessari, senza pubblico, con zona di partenza e arrivo diversa dal solito, ma con la stessa suggestione che ogni anno regala la Cinque Mulini: domenica 28 marzoSan Vittore Olona (Milano) è il momento dell’edizione numero 89, “a un passo dalla paura” intesa come edizione “novanta”, per dirla con le parole di Giuseppe Gallo Stampino, presidente dell’Unione Sportiva San Vittore Olona 1906 che architetta l’evento, e intesa pure come paura per l’emergenza sanitaria, da vincere per tornare a vivere. Oggi, nel corso della presentazione ufficiale (in videoconferenza, come d’abitudine per il periodo), è stato svelato il cast.

IL CAST - Il “nome” forte è quello di Muktar Edris (Etiopia): doppia medaglia d’oro mondiale nei 5000 metri, tra Londra 2017 e Doha 2019, e due volte nell’albo d’oro dei vincitori alla Cinque Mulini, nel 2013 e nel 2015. Ma non è l’unico motivo di interesse della seconda tappa del circuito World Athletics Cross Country Permit (partenza e arrivo nella zona del “vallo”, più vicina ai mulini, e non allo stadio) che presenta al via anche il keniano campione in carica Leonard Bett, l’etiope secondo al Campaccio domenica scorsa Nibret Melak, l’ugandese Oscar Chelimo (Athletic Club 96 Alperia) e il francese campione continentale dei 10.000 metri Morhad Amdouni. Un problema alla zona tibiale della gamba sinistra ha negato la partecipazione a Yeman Crippa, così il gruppo azzurro è guidato dal vicentino Eyob Faniel (Fiamme Oro) quarto al Campaccio e già primatista italiano di mezza maratona in questa stagione (1h00’07” all’aeroporto di Siena Ampugnano) dopo il record della maratona nel 2020. Al femminile, la gara ha i tratti della rivincita del Mondiale di Aarhus 2019 che nella prova juniores si risolse soltanto in un palpitante fotofinish tra la keniana Beatrice Chebet (oro) e l’etiope Alemitu Tariku (argento). Entrambe del 2000, sono le punte della Cinque Mulini insieme alla keniana Sheila Chelangat e alla vincitrice dei Societari a Campi Bisenzio Francine Niyomukunzi (Atl. Castello). Italia con - tra le altre - la veneziana Giovanna Epis (Carabinieri), già vista alla Festa del Cross, la vicentina Rebecca Lonedo (Atl. Vicentina, terza a Campi Bisenzio) e la giovane trevigiana  Michela Moretton (Atl. Ponzano, quarta tra le under 23 ai Tricolori).

EYOB & GIOVANNA - Eyob&Giovanna: i due maratoneti veneti sono gli azzurri più attesi di domenica. Alla presentazione della Cinque Mulini, Faniel ha fissato l’obiettivo. Non senza ambizione: “Sarebbe bello riportare l’Italia sul podio dopo sedici anni”. Tanti ne sono passati dall’ultimo podio italiano al maschile, il terzo posto di Stefano Baldini nel 2005 (ultima vittoria maschile, Alberto Cova nel 1986). “Un onore provarci - prosegue Faniel - sono in condizione, al Campaccio mi sono rodato e gli allenamenti fatti per la mezza maratona sono simili a una distanza di dieci chilometri, la stessa che mi attende domenica. Devo solo abituarmi alle chiodate, che non avevo indossato per anni, e buttarmi nella mischia”. Giovanna Epis corre praticamente in casa: “La mia Legnano (dove la veneziana risiede da tempo, ndr) è a due passi dal campo-gara - ricorda la campionessa italiana di maratona, 2h28’03” a Reggio Emilia nello scorso dicembre - le campestri mi hanno sempre dato un buono spunto per il resto della stagione, quindi sono contenta di averle inserite nel mio programma: è una gara corta per le mie caratteristiche, ma non mi tirerò indietro”.

DIRETTA TV - L’89esima edizione della Cinque Mulini sarà trasmessa in diretta tv su RaiSport+HD domenica 28 marzo dalle 12.40 alle 14 e in streaming su RaiPlay.

 

Check Also

MASTER, LE NUOVE REGOLE E IL CALENDARIO DEL CDS SU PISTA 2021

Campionati di Società Master su pista: come funzionano? quali sono le novità?  In questa news …