19 Ottobre 2019, 17:14

EUROPEI DI CROSS, C’E’ DEL BUONO A BELGRADO

Belgrado_Del Buono_resizeGiù dal podio, ma comunque dove le azzurrine non erano mai arrivate. Federica Del Buono (nella foto) è stata la miglior italiana nella gara juniores dei Campionati Europei di corsa campestre. Classificandosi al venticinquesimo posto, dopo una prova comunque sofferta, la vicentina – non esattamente una specialista del cross - è stata la punta di diamante di un gruppo under 20 che ha ottenuto un ottimo quarto posto di squadra, miglior piazzamento mai realizzato dalle juniores italiane in venti edizioni della rassegna continentale.

Meno positiva la prova degli altri due veneti in gara a Belgrado. Il veterano bellunese Gabriele De Nard, alla diciassettesima presenza in venti edizioni degli Europei, è rimasto coinvolto in una caduta subito dopo l’avvio, classificandosi 40° (terzo degli italiani, in un gruppo che, all’assenza del campione europeo 2012, Andrea Lalli, ha dovuto aggiungere il ritiro a metà gara di Daniele Meucci). La trevigiana Giulia Alessandra Viola, giunta in Serbia in imperfette condizioni di forma, ha dovuto accontentarsi di un anonimo 43° posto nella gara under 23. Ritirato, infine, nella gara under 23 maschile, il poliziotto romagnolo Andrea Sanguinetti. Per l’Italia, in termini di medaglie, solo il bronzo conquistato dalla squadra juniores maschile.     

 

Check Also

ARRESTO CARDIACO, A TREVISO ATLETA SALVATO DAL DEFIBRILLATORE

Qualcuno lo definisce eroe. Lui preferisce dire che quello, in fondo, è il suo lavoro. …