20 settembre 2018, 23:57

EUROPEI UNDER 18, GUGLIELMI E’ D’ORO CON LA STAFFETTA

Guglielmi_GyorI Campionati Europei under 18 si chiudono nel migliore dei modi per l’Italia e per il Veneto. Federico Guglielmi torna in pista, a Gyor, dopo l’eliminazione nella semifinale dei 100 e contribuisce alla vittoria del quartetto azzurro nella staffetta mista, che fa il paio con il successo della squadra femminile. L’allievo dell’Atletica Biotekna Marcon riceve il testimone in seconda frazione da Federico Manini, lo porge a Francesco Domenico Rossi che copre i suoi 300 metri nelle posizioni di testa e infine entra in scena Lorenzo Benati, il re dei 400, che porta il quartetto a chiudere, in solitaria, in 1’53”01. Argento alla Turchia (1’53”84), bronzo alle Polonia (1’53”97). C’è pure il piccolo giallo di una squalifica azzurra, che per una svista appare sui monitor ufficiali e poi scompare. Ma, alla fine, il trionfo azzurro non è in discussione. E sul podio, mentre risuona l’inno di Mameli, sale anche il sorriso disarmante del 16enne di Favaro Veneto, allenato da Andrea Montanari, al primo successo internazionale di una carriera che sta affacciandosi sui palcoscenici che contano. La giornata conclusiva della rassegna continentale under 18 ha offerto anche il quarto posto di Diletta Fortuna (Atl. Vicentina) nel disco. Tornata a Gyor un anno dopo l’oro vinto nell’Eyof, la figlia d’arte avrebbe dovuto superarsi per raggiungere nuovamente il podio: al terzo lancio ha ottenuto un ottimo 49.67 (terza misura della carriera, seconda del 2018), ma, a conti fatti, per entrare in zona medaglia sarebbe servita una misura a ridosso dei 52 metri. Non facile. Magari diventerà l’obiettivo dei prossimi mesi. Diletta intanto può sorridere. Ottavo posto, infine, per le altre due venete impegnate nelle ultime gare della rassegna: la veronese Rebecca Pavan (G.A. Coin) si è fermata a 1.74, fallendo poi l’assalto all’1.79 che l’avrebbe portata a ridosso del podio. La triplista Veronica Zanon (Vis Abano) è atterrata, al terzo salto, a 12.73 (+1.6) e lì è rimasta. Mentre la lotta per la vittoria si è decisa a ridosso dei 14 metri.

 

Check Also

Pista_schiena generica_resize

TROFEO CONI, SEI VENETI IN PISTA VENERDI’ A RIMINI

Sei atleti fanno parte della delegazione veneta impegnata domani – venerdì 21 settembre – a …