13 Novembre 2019, 6:29

GYMNASIADE, SU IL SIPARIO: SETTE VENETI A BRASILIA

Jesolo 2013_Beria arrivo_resizePronti, via. Oggi, a Brasilia, si alza il sipario sulla quindicesima edizione della Gymnasiade, una sorta di Olimpiade studentesca promossa dall’ISF (International School-Sport Federation), con programma multidisciplinare (oltre che nell’atletica, si gareggia nel nuoto e nelle discipline ginniche) aperto ai ragazzi tra i 14 e i 17 anni.

La cerimonia di apertura della rassegna sarà seguita da quattro giornate di gara: il 29 e 30 novembre e il 2 e 3 dicembre. Il gruppo degli azzurrini, dopo il forfait dell’ultima ora della mezzofondista laziale Silvia Salera, è composto da 36 atleti.

Sette i veneti: due ragazzi e cinque ragazze. In campo maschile scenderanno in pista Leonardo Vanzo (Insieme New Foods Verona) nei 400 e Matteo Beria (Vicentina; nella foto) nei 400 ostacoli. Tra le ragazze, attesa per Eleonora Andreis (Lib. Valpolicella Lupatotina) nel lungo, per Giulia Camporese (Cus Padova) nel martello e per tre atlete della Vicentina: Beatrice Fiorese nei 100, Elena Bellò negli 800 e Ilaria Casarotto nel giavellotto.

Si gareggerà nell’impianto del Corpo Federale dei Vigili del Fuoco. Trentasette le nazioni in gara, in rappresentanza di quattro continenti. L’Italia punta a confermare la leadership maturata nelle precedenti 14 edizioni della rassegna, dove gli azzurrini hanno conquistato complessivamednte 57 titoli. A Doha, quattro anni fa, guidata dall’altista Alessia Trost, l’Italia fu seconda nel medagliere alle spalle della Francia. E l’obiettivo è quello di essere ancora protagonisti.    

SITO DELL’EVENTO

 

Check Also

L’ATLETICA VENETA PIANGE LA SCOMPARSA DI MANUEL BRATTI

Un grave lutto ha colpito l’atletica veneta, e bellunese in particolare. Domenica mattina è stato …