25 Gennaio 2020, 20:47

L’ATLETA MASTER, UN PROTAGONISTA DEL NOSTRO TEMPO

 

fidal_rosa-fismHa riscosso grande interesse il convegno “L’Atleta Master -  quali prestazioni e precauzioni per un protagonista del nostro tempo”, promosso dalla FMSI Venezia (Federazione Medici Sportivi Italiani), che giovedì, a Mestre, ha avuto come argomento le tematiche medico-sanitarie legate all’attività sportiva degli atleti master, con particolare attenzione all’aspetto cardiovascolare e metabolico.

Relatori, il dottor Bruno De Piccoli e il dottor Stefano Baracchi. Dall’incontro è emerso che, in uno scenario che vedrà, in un futuro prossimo, un significativo aumento della popolazione over 60, si profila un ritratto molto stimolante dell’atleta master, che può affrontare con una buona dose di serenità l’attività sportiva agonistica anche ad alta intensità.

Parole chiave: “gradualità” (nella ripresa dopo un periodo di stop, ma anche durante una sessione di allenamento), “ascolto” (per intercettare tutti i segnali che il proprio corpo invia) e “supporto medico” (che inizia con un’approfondita visita medica per l’idoneità agonistica).

In conclusione, riportando il contenuto dell’ultima slide esposta dal dott. Stefano Baracchi:

  • L’attività sportiva fa bene, sia al corpo che allo spirito;
  • Per ridurre i rischi bisogna avere giudizio, un eccessivo spirito competitivo fa male;
  • Ascoltiamo i segnali che ci invia il nostro fisico, i segnali di allarme, facciamo le visite mediche, alleniamoci con regolarità, rispettiamo la gradualità;
  • Non facciamo bravate, non facciamo il passo più lungo della gamba;
  • Siamo Master, anche sotto l’aspetto mentale!

Per Rosa Marchi, consigliere regionale presente in rappresentanza del nostro Comitato, è stata l’occasione per richiedere una collaborazione alla FISM Venezia, per il tramite del dott. Rosario Conte, organizzatore dell’evento.

L’obiettivo è quello di approfondire, con l’aiuto di medici competenti, tematiche specifiche legate allo sport e alla salute, al fine di rispondere alle esigenze informative degli atleti veneti della nostra federazione, con particolare attenzione agli atleti master. Temi prioritari, l’informazione sull’antidoping, come conciliare terapie e agonismo e le procedure di esenzione (TUE).

Nella foto, da sinistra, Bruno De Piccoli, Rosa Marchi, Rosario Conte e Stefano Baracchi.

   

Check Also

PADOVA: IN 1900 NEL WEEKEND AL PALAINDOOR – A VITTORIO VENETO CROSS CON DEL BUONO

Nel weekend dell’atletica veneta si gareggia a Padova (indoor) e Vittorio Veneto (cross). Sabato 25 …