3 Luglio 2022, 11:34

L’ATLETICA VENETA PIANGE IL GIOVANE SARIGNE

Si è tuffato nel Piave per soccorrere il fratello in difficoltà e la corrente ha portato via entrambi. E’ morto così, a Fagarè di San Biagio di Callalta, nel Trevigiano, Bassirou Bop Sarigne, giovane velocista d’origine senegalese, tesserato per l’Atletica San Biagio. “Bas”, come tutti lo chiamavano, aveva 18 anni. Il fratello Fallou, accomunato nello stesso tragico destino, quattro in meno. Il presidente dell’Atletica San Biagio, Silvano Tomasi, lo ricorda così: “Un bravo ragazzo, tranquillo, educato, di una famiglia ben inserita nella vita del paese. Faceva 100 e 200, si allenava con il tecnico Mauro Franzero. Non sarebbe diventato un campione, ma correva con voglia. E quando gli si chiedeva una mano per organizzare qualcosa, era sempre disponibile. Una tragedia enorme”. Ai famigliari di Bassirou Bop Sarigne vanno le più sentite condoglianze da parte del presidente del Comitato regionale, Francesco Uguagliati, e dell’atletica veneta tutta.

   

Check Also

GIOCHI DEL MEDITERRANEO, MESLEK DI BRONZO NEI 1500

Ai Giochi del Mediterraneo, nella giornata della romana Elisa Coiro, oro negli 800, c’è spazio …