21 Ottobre 2019, 20:00

MASTER, CI HA LASCIATO DINA CAMBRUZZI

(a cura di Rosa Marchi - Redazione Master) Si è spenta il 29 gennaio scorso, giorno del suo ottantacinquesimo compleanno. Dina Cambruzzi era padovana (per 52 anni ha vissuto in un appartamento in Piazza delle Erbe) ma nel 1986 si era trasferita a Brescia dove viveva con il marito Lanfranco. Ha praticato l'atletica leggera in gioventù, fino ai 19 anni; il ritorno in pista è avvenuto su invito del Cus Padova nel 1987, che aveva appena costituito il gruppo master. In 25 anni di attività master ha vinto una settantina di titoli italiani e una decina di medaglie a livello internazionale. Per molti anni ha vestito i colori del Cus Torino per approdare, dal 2008 al 2010, all’Atletica Asi Veneto. Dina ha condiviso con Emma Mazzenga diverse trasferte in giro per il mondo per partecipare ai Campionati Internazionali riservati agli “over 35” (dalla Germania all’Australia). Nel 2006 partirono insieme in auto (145 anni in due), con Emma alla guida, alla volta di Linz in Austria, per partecipare ai Mondiali Indoor Master. Lì si aggiudicò il titolo mondiale sui 60 ostacoli, mentre Emma vinse l'oro sui 60 e 400 metri, entrambe nella categoria W70. Per quella avventurosa trasferta le avevo soprannominate “Thelma e Louise”, invidiandone la grinta e la determinazione.

Nel 2009 ad Ancona Dina vinse il titolo europeo indoor nel pentathlon W75, e giunse seconda nel salto in alto. E' stata la prima italiana over 75 (e ad oggi l’unica) a cimentarsi nelle cinque prove al coperto. Sempre nel 2009, a Firenze, ha contributo alla conquista dello storico scudetto dell’Atletica ASI Veneto a Firenze. Le sue compagne di squadra l’avevano soprannominata la “Divina” per la sua innata eleganza e per il suo personalissimo stile. In una intervista di qualche anno fa, quando le chiesi le sue motivazioni nel praticare questo sport, mi rispose con un sorriso: “Perché lo faccio? Perché mi diverto da matti, ma soprattutto perché mi aiuta a sentirmi bene”. La sua ultima presenza in pedana risale al 2012, quando, alla fase regionale dei campionati di società master, lanciò il disco e il giavellotto con i colori della Sandro Calvesi Aosta.

Ciao Dina, grazie per il tuo esempio.

Per segnalazioni scrivi a: marchi@fidalveneto.it.

Per altre notizie, vai nella sezione Area Master.

Nella foto: Dina Cambruzzi impegnata nel lancio del disco a Mestre (Foto di Rosa Marchi)

 

 

Check Also

FONTANA E ROFFINO, BARDOLINO DA 10 E LODE

La 10 di Bardolino si colora d’azzurro. Sul traguardo dell’ormai classica gara veronese trionfano Michele …