3 Giugno 2020, 12:38

MASTER – I SUCCESSI VENETI AI MONDIALI INDOOR DI TORUN

Il podio di Crescenzio Marchetti . Campione del Mondo Triplo M65

(a cura di Sandro Sandri - Redazione Master) Presentiamo la cronaca della partecipazione veneta alla rassegna mondiale indoor master appena conclusa a Torun in Polonia. Settimana intensissima per una bella edizione dei campionati, a giudizio degli atleti organizzata impeccabilmente. Anche per chi non era sul posto è stato interessante seguire la diretta streaming, il che ha permesso di assistere a competizioni agonisticamente significative con un alto livello qualitativo generale. La manifestazione ha avuto successo anche dal punto di vista quantitativo, con la presenza di parecchi validi atleti extraeuropei.

Tornando alla presenza veneta, non è stata massiccia come in altre occasioni, anche per la collocazione geografica non proprio favorevole, ma i risultati sono comunque arrivati, pur avendo dovuto aspettare fino all’ultima giornata per i… fuochi artificiali.
Di Emma Mazzenga (F85, Atl. Insieme Expandia VR), fiore all’occhiello dell’atletica veneta, si è già parlato in altre news, con le sue prestazioni (un oro e due argenti) accompagnate da altrettanti primati (uno mondiale [Link news] e due europei [Link news]).

Il podio di Alfredo Bonetti - Campione del Mondo 1.500 M60

Dicevamo di successi conseguiti nell’ultimo giorno: gli allori mondiali sono giunti dai due consoci della Biotekna Marcon. Prima ci ha pensato Alfredo Bonetti (M60) vincitore in una tiratissima volata nei 1500 chiusa con il tempo di 4’48”26 dove ha prevalso di soli 5 centesimi sul rappresentante neozelandese. Il risultato era stato preceduto dal buon quinto posto degli 800 ottenuto in una gara altrettanto tirata.
La seconda vittoria di giornata per la società veneziana è giunta per merito di Crescenzio Marchetti (M65) vincitore nella gara di triplo. Il forte saltatore, già iridato a Malaga nella competizione outdoor lo scorso anno, aveva messo una bella ipoteca sul titolo con i primissimi salti, ma ha suggellato l’ottima prestazione con l’ultima prova atterrando a 10,77 m.
Fra le vittorie è doveroso festeggiare quella di Nadia Dandolo (W55, ASI Atletica Roma) che, pur non essendo tesserata per una società della nostra regione, è veneta al 100% e di diritto le va riservato un posto d’onore in questa rassegna. Ha vinto infatti con pieno merito la gara no stadia della mezza maratona con il tempo interessantissimo di 1h24’59”, nuova miglior prestazione italiana (m.p.i.) perla categoria SF55 (prec. 1:26.19 di Maria Grazia Navacchia, Torino 2017).

Il gruppo Asta Padova - Marco Chiarello il primo da dx

Marco Chiarello (M35, Multisport & Fun PD) ha concretizzato la feconda attività master padovana nell’asta conquistando la medaglia d’argento con 4,15 dietro il suo compagno (non di squadra ma di allenamento) Menz. A loro, assieme agli altri colleghi astisti padovani, l’Oscar dell’entusiasmo per essere partiti con due camper per raggiungere, armati dei lunghi attrezzi, la sede di gara.

Il podio di Salvatore Puglisi -2° 10 km su strada M70

Iscritto solo nelle prove all’aperto, Salvatore Puglisi (M70, GS Tortellini Voltan Martellago) ha chiuso in bellezza un mese caratterizzato da una infinita serie di malanni influenzali arrivando ad un prezioso argento nella 10 km su strada (42’51”), preceduto da un valido piazzamento ai piedi del podio (4°) in una gara di cross dal percorso particolarmente impegnativo. Prima di pubblicare la presente news, apprendiamo - e quindi  inseriamo la notizia come nota a margine della rassegna iridata - che Puglisi, evidentemente non pago dei risultati della trasferta polacca, ha stabilito la m.p.i. dei 1000 metri SM70 a Belluno con il tempo di 3’33”6 (prec. 3’43”38 di Tito Gerundi nel 2016).

Il podio di Rudy Magagnoli (primo da sx) - 2° Cross a squadre M40

Un’altra medaglia no stadia è il bronzo di Rudy Magagnoli (M40, Discobolo Rovigo) conquistato sempre nella prova di cross 8 km. Per lui la soddisfazione di salire anche nel podio a squadre per un bell'argento vinto in collaborazione con l’anconetano Del Buono e il trentino Costanzo.

Medaglia a squadre per Amatore Michieletto (M75, Brema Running Martellago) con l’argento nella prova di marcia 10 km conquistato assieme al romano De Lucia e al grossetano Giannone. Una piccola consolazione dopo la delusione della squalifica nella prova di marcia indoor dei 3000, avendola ricevuta subito dopo aver tagliato il traguardo in seconda posizione.Dopo i medagliati, citiamo anche altri due atleti che, pur fuori dal podio, sono entrati nelle prime otto posizioni individuali, piazzamento di indubbio prestigio: Giovanni Finielli (M65, GS Tortellini Voltan), sesto negli 800 corsi in 2’27”68 e Gianfranco Beda (M50, Multisport & Fun PD) ottavo nell’asta con la misura di 3,45. Infine gli staffettisti veneti: Giampaolo Cescon (Atl. Ponzano) impegnato nella M55, quinto, e Luca De Raho (M40, Corpo Libero Athletics Team PD), impegnato nella 4x200 M35, ottavo.

I VENETI AI PRIMI OTTO POSTI

ORO (3)
W85 - Emma MAZZENGA (Expandia Atl. Insieme VR) -  400 - 1’51”89 (WR);
M60 - Alfredo BONETTI (Biotekna Marcon VE) - 1.500 m. - 4’48”26;
M65 - Crescenzio MARCHETTI (Biotekna Marcon VE) -  Triplo - 10,77 m .
ARGENTO (6)
W85 - Emma MAZZENGA (Expandia Atl. Insieme VR) -  200 - 44”28 (ER)
W85 - Emma MAZZENGA (Expandia Atl. Insieme VR) -  60 - 12”48 (ER);
M35 - Marco CHIARELLO (Multisport & Fun PD)  - Asta - 4,15 m;
M70 - Salvatore PUGLISI (Tortellini Voltan Martellago VE) - 10 km strada - 42’51”.
M40 - Rudy MAGAGNOLI (Discobolo RO) - cross 8 km a squadre [con L. Del Buono (SEF Stamura AN) e G. Costanzo (Quercia Trentingrana Rovereto TN)] - 1h23’58”;
M75 - Amatore MICHELETTO (Brema Running Team VE)  - Marcia 10 km a squadre [con G. De Lucia (Kronos Roma ) e B. Giannone (Track and Field Master GR)] - 3h35’28”.
BRONZO (1)
M40 - Rudy Magagnoli (Discobolo RO) - cross 8 km.

QUARTI POSTI
M70 - Salvatore PUGLISI (Tortellini Voltan Martellago VE) - cross 6 km - 28’14”;
M70- Salvatore PUGLISI (Tortellini Voltan Martellago VE) - cross 6 km a squadre [con S. Caniglia (Libertas Militello CT) e M. Canino (Olimpia 2004 RM)] - 1h33’02”.
QUINTI POSTI
M60 - Alfredo BONETTI (Biotekna Marcon VE) - 800 m. - 2’19”98;
M55 - Giampaolo CESCON (Atl. Ponzano) - 4x200 con [Marchese (Unione Giovane Biella), Canaccini (Atl. Pistoia), D’Angelo (Aterno PE)] - 1’49”11.
SESTI POSTI
M65 - Giovanni FINIELLI (Tortellini Voltan Martellago VE) - 800 m - 2’27”68;
M65 - Francesco RAPPO (Virtus Este PD) - Asta - 2,90.
OTTAVI POSTI
M50 - Gianfranco BEDA (Multisport & Fun PD)  - Asta - 3,45 m;
M35 - Luca De Raho (Corpo Libero Athletics Team PD) - 4x200 con [Garofalo (Pedone-Riccardi Bisceglie), Nadalutti (Sportiamo TS), Fasano (Old Stars Ostia)] - 1’43”56.

TUTTI I RISULTATI
IL MEDAGLIERE ITALIANO (dal sito Fidal)

Per segnalazioni scrivi a: mailto:marchi@fidalveneto.it

Per altre notizie, vai nella sezione Area Master di questo sito.

Nelle foto: Il podio di Crescenzio Marchetti (Archivio Marchetti) il podio di Alfredo Bonetti (Archivio Bonetti) il podio di Salvatore Puglisi (Archivio Puglisi), il podio a squadre di Rudy Magagnoli (Archivio Magagnoli), il gruppo Asta Padova (archivio Multisport & Fun).


Check Also

WEBINAR, CHE SUCCESSO. AGOSTINI: “IL FINE E’ SEMPRE PIU’ IMPORTANTE DEL MEZZO”

A maggio è ripreso il lavoro del Settore Tecnico Regionale: sono state dedicate tre serate …