4 Dicembre 2022, 23:22

MASTER – QUATTRO TITOLI VENETI AGLI ITALIANI DI CROSS AD AVIANO

(A cura della redazione master). Il 20 marzo si sono disputati ad Aviano (PN) i Campionati Italiani Individuali e di Società di Cross. Il bilancio veneto è lusinghiero perché parla di 4 titoli tricolori, e in più registriamo con soddisfazione anche le vittorie da parte di atleti tesserati con società venete, ma non validi per il campionato individuale.

Said Boudalia (Atl. Trichiana) ha vinto la categoria SM50 con un distacco particolarmente rilevante facendo una gara solitaria fin dalla partenza e conquistando lo scudetto individuale apparentemente con molta facilità. Meno ampi ma ugualmente netti i distacchi sui secondi arrivati da parte di Brahim Taleb (SM40, GP AVIS Taglio di Po) e da Okba Seddik (SM35, Atl. San Biagio). Come detto, per loro la vittoria non vale per il campionato individuale, in quanto di cittadinanza estera, ma negli SM35 il titolo italiano viene conquistato da un altro atleta veneto, Gabriele Del Longo (Marciatori Calalzo Atl. Cadore). In ogni caso le vittorie sono particolarmente prestigiose perché ottenute in categorie di altissimo livello, considerata la presenza di molti specialisti, impegnati anche per portare in dote alla propria squadra un nutrito bottino di punti per la classifica di Società.

Fra le donne inanella un altro titolo tricolore dopo quelli degli scorsi anni, Maria Grazia De Colle (SF75, GS Quantin Alpenplus), anche lei con distacco particolarmente sensibile sulla seconda, e Mario Lorenzon (SM85, Atl. Valdobbiadene) completa il poker veneto.

Ulteriori importanti piazzamenti sul podio sono venuti da atlete di solito impegnate fra le assolute, ma in questa occasione dedicate all’attività master: Manuela Bulf (SF35, Atl. Agordina) e Michela Zanatta (SF40, Atl. Ponzano), entrambe seconde. Medaglia anche per Luisa Casagrande (SF70, Atl. Vittorio Veneto), Adriano Liviero (SF75, GP AVIS Taglio di Po), Tiziana Scorzato (SF50, Vicenza Marathon), Sabrina Viel (SF45, GS Quantin Alpenplus), Emilio Foletto (SM80, Atl. Cerea) tutti parecchie volte in evidenza nei prati delle campestri della nostra regione. Ma in particolare Paolo Zanatta (SM40, Trevisatletica) fra gli assoluti.

Per rimarcare la consistenza dei risultati della pattuglia veneta elenchiamo anche coloro che, pur fuori dal podio, vi si sono avvicinati con quarti o quinti posti, soprattutto i primi di indubbio rilievo: Filippo Barizza, Giorgio Mazzer, Elisa Gullo,Virginio Trentin, Augusta Serci, Cristina Viotto, Maria Cristina Dal Santo, Laudino Mason e Antonio Valle. 

Infine, a completamento dei risultati, citiamo le vittorie di due atleti veneti ma tesserati per società fuori regione: Nadia Dandolo fra le SF60 e Salvatore Puglisi fra gli SM75.

Due parole sull’organizzazione, eccellente negli aspetti tecnici e all’altezza dell’impegnativo compito di gestione di oltre 700 atleti, nel rispetto delle stringenti procedure sanitarie ancora in vigore. Il percorso si è rivelato impegnativo, non tanto per l’altimetria totale, quanto per la sequenza di una discesa e salita non esasperate ma particolarmente lunghe, e poi per alcuni strappi seguiti da pendii ripidi e da affrontare con attenzione. Tra l’altro, fra alcuni atleti esisteva qualche incertezza sulle calzature da adottare: l’assoluta assenza di fango e il fondo parecchio sassoso potevano sconsigliare l’uso delle chiodate, che però si facevano preferire per mantenere aderenza sui pendii molto pronunciati cui si accennava poc’anzi.

Per chiudere, citiamo le migliori società venete femminile e maschile nella classifica a squadre. Lo facciamo per sottolineare le loro buone prestazioni individuali e la compattezza di squadra, pur sapendo che ben difficilmente si sarebbero potute inserire nella lotta per il titolo contro le agguerrite formazioni che da anni si contendono lo scudetto tricolore e che schierano atleti di primissimo piano in svariate categorie, chiave di volta per il successo finale. Alla luce di questa premessa, ottimo il quinto posto del GS Quantin Alpenplus fra le donne e il dodicesimo dell’Atletica San Biagio fra i maschi.

CAMPIONI ITALIANI ATLETI TESSERATI SOCIETA’ VENETE

SF75: DE COLLE Maria Grazia (GS Quantin Alpenplus)

SM35: DEL LONGO Gabriele (Marciatori Calalzo Atl. Cadore)

SM50: BOUDALIA Said (Atl. Trichiana)

SM85: LORENZON Mario (Atl. Valdobbiadene)

MEDAGLIE D’ARGENTO

SF35: BULF Manuela (Atl. Agordina)

SF40: ZANATTA Michela (Atl. Ponzano)

SF70: CASAGRANDE Luisa (Atl. Vittorio Veneto)

SM75: LIVIERO Adriano (GP AVIS Taglio di Po)

MEDAGLIE DI BRONZO

SF50: SCORZATO Tiziana (Vicenza Marathon)

SF45: VIEL Sabrina (GS Quantin Alpenplus)

SM40: ZANATTA Paolo (Trevisatletica)

SM80: FOLETTO Emilio (Atl. Cerea)

TUTTI I RISULTATI

Nelle foto di Urbano Fontana e Lucia Tagliapietra, tratte dalla loro fotogallery (link)

Manuela Bulf (203) guida il drappello della gara femminile tallonata (maglia verde) da Michela Zanatta e dal resto del gruppo;

la gara solitaria di Said Boudalia;

le prime fasi della gara SM35 con il vincitore della prova Okba Seddik (344) e il neo campione italiano Gabriele Del Longo (310).

Articolo redatto da Sandro Sandri della Redazione Master.

Se non l’hai già fatto unisciti al gruppo Facebook: Fidal Veneto Settore Master

Per segnalazioni scrivi a: redazione.master@fidalveneto.it.

 

Check Also

PROSECCO RUN E MARCIA DEL GIOCATTOLO, LA DOMENICA DI CORSA  

La pioggia non ha fermato la festa della Prosecco Run (foto TORRES) che oggi, insieme …