22 Novembre 2019, 11:44

MEETING CITTA’ DI PADOVA: LE GARE MASTER

(a cura di Alessio Piovanello - Redazione Master) Antipasto d’eccezione del tradizionale Meetig EEA Città di Padova per le categorie master  allo Stadio Colbachini di Padova in edizione estiva.

Velocità e mezzofondo per saggiare la condizione degli over35 in vista Trofeo delle Regioni Master di domenica 20 luglio in una vetrina prestigiosa con i big dell’atletica Mondiale.

Temperatura estiva appunto, 30° e vento che soffia decisamente alle spalle degli atleti in rettilineo; si apre con i 100 metri femminili.

Serie unica vento +2,4 vince la pronosticata Chizzali Stefania (SF40- Vittorio Atletica) in 13.30 nettamente davanti a Linda Tosini (SF45-Expandia Atletica Insieme Verona) 13.94, terza allo stagionale la portacolori di casa Katiuscia Marchetti (SF45-Assindustria Sport Padoa) con 14.41 corso senza riferimenti in ottava corsia.

Due serie al maschile; nella prima vince con 11.79 (+2,8) Francesco di Leonardo (SM45- La Fratellanza 1874) che giunge quarto nella classifica complessiva, ad aggiudicarsi la competizione è in serie 2 dopo una falsa  e un po’ di tensione Edoardo Calderaro ( SM35-Biotekna Marcon) con un ottimo stagionale di  11.03 ( vento 2+.6) fresco campione italiano di categoria ai recenti campionati di Campi Bisenzio. Secondo Pasqualetto Aligi   (SM35-Atletica Riviera del Brenta) con 11.42, terzo Brunelli Emanuele (SM40-Atletica Adige) 11.57.

Negli 800 metri maschili gara condotta sin dallo sparo dal duo Girardello Riccardo (SM45) Pento Enrico (SM50) entrambi portacolori di Atletica Vicentina passaggio 1.05.7 ai 400 metri fino ai 600 metri la coppia fà il vuoto Girardello tiene, Pento molla , arriva con una sontuosa rimonta al successo Luca Pretotto (SM45-Atletica San Biagio) al centesimo su Girardello 2.11.88 per entrambi, terzo Pento 2.12.52. Giù dal podio la coppia della Virtus Este, Andrea Patron (SM50) in 2.17.48, quinto e  Lance Cochrane (SM50) 2.17.88 sesto.

Intervistato a fine competizione Lance, figura nota nel mondo veneto dei master, non ha nascosto l’emozione di assaporare un palcoscenico così importante, con il riscaldamento a fianco dei grandi campioni e la tensione di un doppio giro di pista dal sapore speciale.

Nota di merito anche per due atlete over35 nell’edizione Internazionale del Meeting; la portacolori di casa Yusinesi Santiusti , classe 1984 e olimpionica a Rio 2016 in gara negli 800 donne e per l’ucraina Olga Saladukha classe 83 nel salto triplo. Yusinesi dopo la vittoria del 2016, è autrice di una gara intelligente passata in piena bagarre per le posizioni che contano ai 600, combatte nel rettilineo finale chiudendo vicinissima allo stagionale (soli tre centesimi) in 2.03.50 in ottava posizione. Purtroppo l'appuntamento con il minimo per i mondiali di Doha è stato rinviato. L’ucraina, bronzo Olimpico a Londra 2012, all’ultimo salto agguanta la quinta piazza con un balzo a 14.32 non lontana dal podio.
RISULTATI COMPLETI

Nelle foto: l'arrivo della seconda serie dei 100 metri maschili con Calderaro vincitore, i 100 femminili con la vincitrice Chizzali e l'arrivo degli 800 metri al fotofinish tra Pretotto e Girardello - Credits: Atl-eticamente/Organizzatori.

Check Also

PREMIO MONDONICO PER TECNICI SPORTIVI IMPEGNATI NEL SOCIALE  

Nell’ambito dell’accordo di programma con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, realizzato da …