19 Novembre 2019, 8:23

MONDIALE IAU DI 24 ORE, GRASSI E TREVISAN LEADER IN AZZURRO

Il team femminile dell’Italia chiude al settimo posto nel Campionato Mondiale IAU di 24 ore ad Albi, in Francia, mentre gli azzurri finiscono decimi. Il miglior risultato individuale arriva al maschile, con il padovano Matteo Grassi (Spirito Trail) ventiduesimo dopo aver percorso 244,865 chilometri, migliorando nettamente il record personale al debutto in Nazionale e con l’ottava prestazione italiana alltime. Un altro esordiente, il veneziano Matteo Ceroni (Atl. Albore Martellago), si piazza ventinovesimo con 236,979, anche in questo caso con il suo primato. Compatta la squadra delle azzurre, con le prime quattro tutte al personal best. La veneziana d’origine trevigiana, Sara Trevisan (#faisenzadire), proveniente dal trail come il leader degli uomini, è ventottesima a quota 216,046 chilometri, non lontana dalla miglior prestazione italiana, mentre Lorena Brusamento, atleta padovana di nascita e milanese d’adozione, è 43^ con 203,410 chilometri. Per la prima volta, dunque, cinque italiane sono finite sopra i 200 km nello stesso evento. Gli atleti hanno dovuto affrontare anche una significativa escursione termica, tra il caldo della parte iniziale in una gara scattata nella mattina di sabato e il fresco della notte. Doppietta a squadre degli Stati Uniti che vincono anche il titolo femminile con Camille Herron (record mondiale di 270,116 km), tra gli uomini oro al lituano Aleksandr Sorokin (278,973 km). Per il gruppo azzurro, una tappa di crescita con tanti atleti alla prima volta in questo contesto verso gli Europei del prossimo anno che saranno in Italia, a San Giovanni Lupatoto (Verona), nel settembre 2020.

 

 

 

Check Also

SABATO 23 NOVEMBRE TORNA “TERMINANDO E RICOMINCIANDO”: ISCRIZIONI ENTRO MERCOLEDI’

Sabato 23 novembre, dalle 15 alle 18,  presso la sala convegni dell'Alfa Hotel di Vicenza …