8 Giugno 2023, 8:12

MONDIALI: TAMBERI IN FINALE, FOLORUNSO SCATENATA CON LA 4X400 MISTA

Sorrisi Fiamme Oro da oltreoceano: Tamberi in finale e Folorunso scatenata con la 4×400 mista, a sua volta promossa alla finale, nella prima giornata di gare ai Mondiali di Eugene. Nella notte italiana, in azione le prime due atlete venete, la veronese Elisa Molinarolo nell’asta e la vicentina Federica Del Buono nei 1500. Poi la batteria del poliziotto Marcell Jacobs nei 100.

TAMBERI SI’ – Promozione con brivido per Gianmarco Tamberi (foto Colombo), che deve attendere il terzo tentativo a 2.28 per sciogliersi nel sorriso – sempre meraviglioso – dei qualificati alla finale mondiale. Il campione olimpico di Tokyo tiene fede alla promessa fatta alla vigilia, e nonostante le imperfette condizioni fisiche, centra l’appuntamento con la prova per le medaglie, in programma nella notte italiana tra lunedì e martedì (via alle 2.45). Un disco verde che vale un’impresa, viste le premesse, ed il livello (rivelatosi altissimo) dagli avversari. Tamberi è nel gruppo B di qualificazione, e apre senza difficoltà con un salto a 2.17. Quattro centimetri più su, a 2.21, il marchigiano è fortunato: l’asticella, sfiorata, trema ma resta ben salda sui ritti. A 2.25 arrivano i primi problemi per Tamberi: il salto buono arriva solo al terzo tentativo, con l’asticella che, toccata ancora una volta, trema a lunga senza cadere. Non basta per la qualificazione, però: la classifica parziale vede il campione olimpico oltre la soglia dei 12 classificati, in sedicesima posizione; davanti a lui, quindicesimo, anche Fassinotti, bravo a valicare l’asticella alla seconda prova, ma poi incapace di superare 2.28. Si sale di tre centimetri, a quota 2.28, con diciotto atleti ancora in corsa. Tamberi spende due salti e si presenta in pedana per il giudizio definitivo. L’attesa è lunghissima. Lo sguardo fisso sull’asticella, e nessun richiamo al pubblico, nessuna ricerca di consenso, di applausi. Gimbo è solo. Lo speaker annuncia “the last attempt for the Olympic champion”, tutti gli avversari si alzano o si girano per guardare. E l’artista dell’alto, sotto gli occhi dell’intero stadio, pennella la sua tela, volando al di là dell’asticella. Tamberi resta sui sacconi, spossato fisicamente ma – da quel che si intuisce – anche a livello nervoso dalla doppia prova (2.25 e 2.28) al terzo tentativo. La classifica (per quel che conta) pone l’azzurro all’undicesimo posto. I migliori? Ci sono tutti. Il coreano Woo, il qatariota Barshim (Il co-detentore del titolo olimpico con Tamberi), il canadese Lovett. Per le medaglie sarà battaglia.

FOLORUNSO VA – Una meravigliosa staffetta italiana guadagna la finale mondiale nella 4×400 mista, la prima volta del tricolore tra le prime otto (in questa neonata specialità olimpica) in una grande manifestazione estiva. Tra gli artefici dell’impresa, oltre a Lorenzo Benati, Brayan Lopez e Alice Mangione, anche Ayomide Folorunso, atleta emiliana delle Fiamme Oro Padova, schierata in seconda frazione. Il quartetto azzurro chiude al quarto posto in 3’13”89 la propria semifinale (38/100 di ritardo dal record italiano siglato a Tokyo da Scotti, Mangione, Borga e Aceti), alle spalle di Stati Uniti (3’11”75), Olanda (3’12”63) e Polonia (3’13”70). Ma l’Italia è lì, immediatamente a ridosso, e finisce per essere ripescata con il sesto tempo assoluto per la finale di questa notte (le 4.50 italiane). Per una scatenata Folorunso, che ha ricevuto il testimone da Benati, un crono strepitoso di 50”88.

I VENETI AI MONDIALISTART LIST E RISULTATI – TV E STREAMING – FOTOGALLERY – LA SQUADRA ITALIANA – ISCRITTI – STATISTICS HANDBOOK – LA PAGINA WORLD ATHLETICS DEI MONDIALILE BIO DEI 60 AZZURRI DI OREGON 2022 (PDF) –