19 Giugno 2024, 11:58

ODERZO, SABATO DI CORSA PER LA GIOVANE EUROPA

Inizia il conto alla rovescia per un grande pomeriggio di corsa sulle strade di Oderzo. Domani, sabato 16 settembre, la città trevigiana farà da cornice alla sesta edizione del Trofeo Opitergium – European Road Race Under 20, rassegna di corsa su strada che vedrà al via 11 nazionali giovanili europee. La prima gara, quella maschile (10 km), scatterà alle 17.15. La prova femminile (5 km) partirà invece un’ora dopo, alle 18.15.

Oltre all’Italia, sfileranno in Piazza Grande, fulcro dell’evento, i team di Armenia, Inghilterra, Francia, Malta, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Spagna, Svezia e Ucraina. Uno spettacolo che guarda al futuro, considerata l’età degli atleti. Ma anche un’occasione di conoscenza e di scambio culturale per i giovani atleti europei.

L’Italia schiererà a Oderzo anche due atleti veneti: il trevigiano Andrea Botteon (Vittorio Atletica), campione italiano juniores dei 10.000 metri, primo atleta della Marca a gareggiare nel Trofeo Opitergium – European Road Race Under 20, e la bellunese Lucia Arnoldo (Dolomiti Belluno), splendida medaglia di bronzo giovanile ai Mondiali di corsa in montagna disputati in giugno a Innsbruck dopo che da allieva nella scorsa stagione è stata la migliore delle italiane nella gara U20 agli Europei di corsa campestre. Gli altri convocati dal vicedirettore tecnico per le squadre giovanili, Tonino Andreozzi, sono Stefano Benzoni (Atl. Valle Brembana), Francesco Mazza (Atl. Saluzzo), Alessandro Morotti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), Francesco Ropelato (U.S. Quercia) e, in campo femminile, Emma Cavallari (S.S. Trionfo Ligure), Elena Ribigini (Atl. Arcs Cus Perugia), Adele Roatta (Bracco Atletica) e Margherita Voliani (Atl. Libertas Unicusano Livorno).

Nell’elenco degli iscritti, al maschile, spiccano i nomi dei francesi Nils Serre Gehri, diciottenne triatleta che vanta un personale di 29’23” nei 10 km di corsa su strada realizzato in gennaio a Nizza, e Pierre Boudy, argento nei 3000 siepi agli ultimi Europei U20, oltre che di due allievi capaci di conquistare la medaglia d’oro all’Eyof di fine luglio a Maribor: il romeno Mihai-Alin Savlovschi nei 2000 siepi e il serbo Aldin Catovic nei 3000 metri. Al femminile, la formazione inglese schiera la campionessa iridata di corsa in montagna, Rebecca Flaherty. In gara tre atlete finite ai piedi del podio a Gerusalemme: dalla svedese Elsa Sundqvist, quarta nei 3000, alla francese Caroline Dennilauler, quinta sui 5000, fino a Claudia-Ionela Costiuc, quinta negli 800, che nella squadra della Romania sarà affiancata da Alexandra-Maria Hudea, bronzo sui 3000 all’Eyof.

Particolarmente significativa la presenza della nazionale ucraina: un gruppo di atleti di Kiev era arrivato a Oderzo nel marzo del 2021, appena scoppiata la guerra, e per alcuni mesi aveva vissuto in città. Da quella frequentazione è nato un legame d’amicizia che non si è mai interrotto e la Federazione ucraina, che a Oderzo sarà rappresentata anche da un grande ex, il nove volte campione europeo di cross Sergey Lebid, ha accolto con piacere l’invito degli organizzatori trevigiani. Tanto che nel gruppo gialloblù sono annunciati anche Hanna Kasyanova, campionessa mondiale 2013 di eptathlon, e il marito Oleksiy Kasyanov, vice-iridato indoor di prove multiple nel 2012 e 2016.

Trofeo Opitergium – European Road Race Under 20 si fregia anche del prestigioso Road Race Label rilasciato da World Athletics, la federazione mondiale di atletica leggera.

Attesa a Oderzo pure la romena Gabriela Szabo, ex stella del mezzofondo mondiale (tre medaglie olimpiche e sette titoli iridati), particolarmente vicina all’European Road Race Under 20, di cui è stata una delle fondatrici.

In apertura di pomeriggio, a partire dalle 15, gare a livello regionale per allievi e juniores (3 km per le ragazze, 5 per i ragazzi) e passerella per i giovanissimi della categoria esordienti. Diretta streaming su atletica.tv con commento di Stefano Scaini e dell’ex azzurra di maratona Anna Incerti.

CHIUDI
CHIUDI