25 Settembre 2022, 20:37

PADOVA, IL CADETTO MATTIA BEDA A 4.62 NELL’ASTA

Non è ancora cominciata la nuova stagione indoor, ma arrivano risultati interessanti nell’ultimo meeting dell’anno a Padova. Un evento tutto dedicato al salto con l’asta dove si prende gli applausi il 15enne Mattia Beda che supera la quota di 4.62 al primo tentativo. È la miglior misura di sempre a livello nazionale nella categoria cadetti per incrementare il 4.60 in sala ottenuto da Ivan De Angelis a Roma, il 28 febbraio del 2016. Il risultato è anche superiore al limite all’aperto, che in questa fascia di età rimane il 4.56 stabilito a Foggia nel 2011 da Luigi Colella.

Per il saltatore del Corpolibero Athletics Team c’è l’impresa di riscrivere tre volte il record personale nella stessa gara, con un progresso totale di venti centimetri rispetto al 4.42 realizzato durante l’estate. Percorso netto anche su tutte le precedenti misure affrontate nella gara iniziata con 4.02 e poi proseguita a 4.17 e 4.32, crescendo a 4.47 e 4.57 in rapida successione prima dell’exploit e di tre errori conclusivi a 4.67. Quest’anno il giovane padovano ha conquistato il titolo italiano under 16 alla rassegna tricolore di Parma, disputata nel mese di ottobre, dove il podio dell’asta è stato interamente occupato da atleti veneti, con l’argento di Federico Neri e il bronzo di Leonardo Bigotto. Figlio d’arte – papà Gianfranco  in carriera si è portato fino a 5.50 – dalla scorsa stagione si allena sotto la guida di Marcello Palazzo dopo essere stato avviato all’attività da Marco Chiarello.

Nel gruppo élite il successo con 5.47 va al francese Mathieu Collet, a sua volta figlio d’arte (papà Philippe è stato finalista olimpico a Seul 1988 e due volte bronzo continentale), nei confronti dell’austriaco Riccardo Klotz, che si migliora di quattro centimetri con 5.37. Terzo il trevigiano Matteo Miani (Assindustria Sport) con 5.02. Tra le donne 4.07 vincente alla prima prova della campionessa italiana Elisa Molinarolo (Atl. Riviera del Brenta), azzurra alle Olimpiadi di Tokyo, mentre la stessa misura viene saltata da Rebecca De Martin (Atl. Brugnera Friulintagli) e Francesca Boccia (Atl. Livorno) ma con un maggior numero di errori. Il meeting al Palaindoor di Padova è stato il momento agonistico dei due giorni riservati alla specialità, all’indomani della conferenza “Pole Vault Convention” che ha visto come relatori alcuni dei principali tecnici europei.

Nella foto: Mattia Beda con il tecnico Marcello Palazzo (credito Zampieri/organizzatori)

RISULTATI

Check Also

SOCIETARI U18, VICENTINA E TREVISATLETICA BRILLANTI NELLA FINALE SCUDETTO DI RIETI

Il ritorno al successo delle Fiamme Gialle Simoni al maschile, la conferma della Bracco Atletica …