21 Ottobre 2019, 19:41

QUANDO LA PASSIONE NON HA ETA’: I MASTER DEL VENETO IN FESTA A VEDELAGO

AAA_Master“L’atletica dei master può trasmettere molto al resto del movimento: la passione, innanzitutto, ma anche la grande attenzione per ogni singolo momento dell’attività”.  Ieri, all’Antica Postumia di Fanzolo di Vedelago, la Festa dell’atletica regionale master ha avuto un’ospite d’eccezione: Sara Simeoni. L’ex fuoriclasse del salto in alto, leggenda dello sport azzurro, ha presenziato all’evento nella veste di consigliere regionale della Fidal. Foto e autografi si sono sprecati. E Sara, con la consueta disponibilità, ha avuto una parola e un sorriso per tutti. Era la seconda edizione della festa regionale dei master, un momento di celebrazione dei protagonisti della passata stagione agonistica, ma anche di condivisione e approfondimento di tematiche care al movimento dell’atletica amatoriale. Al fianco della Simeoni, c’era Rosa Marchi, responsabile del settore master regionale e della commissione che, in seno al Comitato regionale della Fidal, si occupa dell’attività degli “over 35” (vi fanno parte anche Mariano Tagliapietra, Said Boudalia e Giulio Pavei). “I risultati di questo primo anno di attività sono frutto del lavoro dell’intera squadra – spiega la Marchi -. Tra i motivi di maggior soddisfazione, il potenziamento delle premiazioni nei campionati master, l’avviato dialogo con il giudici di gara e la partecipazione della nostra rappresentativa al Trofeo delle Regioni di Salò, dov’è arrivato un bel risultato, il secondo posto degli uomini e il quarto delle donne, ma soprattutto abbiamo toccato con mano quanto, in termini di aggregazione, possa significare la presenza di un team regionale in una rassegna di questo tipo”.  Presenti a Vedelago anche il consigliere nazionale della Fidal, con delega per il settore master, Gerardo Vaiani Lisi, che ha sottolineato la centralità del movimento veneto nel panorama dell’atletica master, il presidente della Fidal provinciale, Oddone Tubia, a sua volta atleta master, e Rosy Bettiol, in rappresentanza del gruppo giudici di gara. Un’ottantina i premiati: i medagliati nelle rassegne internazionali, i campioni italiani, gli autori di migliori prestazioni nazionali, oltre ai partecipanti al Trofeo delle regioni. Premi anche per tre società: l’Atletica San Biagio, l’Atletica Insieme Verona e l’Atletica Biotekna Marcon. Riconoscimento speciale come tecnico master dell’anno per Rossano Nordio (Atl. Biotekna Marcon), una colonna del movimento master. Votati infine, dagli stessi atleti, i due master dell’anno: la trevigiana Paola De Santi (Atletica San Biagio) e il veronese Nicola De Marni (Atl. Insieme). Saranno ufficialmente incoronati, il 24 marzo, a Borgoricco, nella festa regionale allargata a tutte le componenti del mondo dell’atletica. Applausi.

-Nella foto, di Eduard Ardelean, da destra a sinistra, Sara Simeoni, Paola De Santi, Rosa Marchi, Nicola De Marni e Mariano Tagliapietra.

L’ELENCO DEI PREMIATI FOTOGALLERY COMPLETA DI EDUARD ARDELEAN

Check Also

FONTANA E ROFFINO, BARDOLINO DA 10 E LODE

La 10 di Bardolino si colora d’azzurro. Sul traguardo dell’ormai classica gara veronese trionfano Michele …