7 Giugno 2020, 3:51

SOSPESA L’ATTIVITA’ SINO AL 3 APRILE, IN REVISIONE IL CALENDARIO NAZIONALE SU STRADA

La FIDAL comunica di aver deliberato quest’oggi (ieri per chi legge, ndr), interpretando quanto previsto dal DPCM 4 marzo 2020, la sospensione, fino alla data del 3 aprile p.v. (salvo nuove e diverse disposizioni delle autorità competenti), di tutte le attività agonistiche già programmate sul territorio nazionale. In particolare, la decisione adottata prende spunto dall’articolo 1, lettera C, del testo del DPCM, e relativo all’obbligo per le società sportive di effettuare, attraverso il proprio personale medico, i controlli idonei a contenere, nell’ambito di manifestazioni da svolgersi a porte chiuse, il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori. La FIDAL ritiene che in un momento di emergenza per il Paese, applicare quanto previsto determinerebbe un ulteriore motivo di stress per il Servizio Sanitario Nazionale, con la conseguenza di sottrarre preziose risorse all’opera quotidiana volta al contenimento del contagio. Il senso di responsabilità degli uomini e delle donne dell’Atletica Italiana, il loro sentirsi parte della comunità nazionale, non può che portare alla scelta di sospendere l’attività agonistica fino alla data indicata dal provvedimento del Governo.

REVISIONE CALENDARIO SU STRADA - Alla luce delle numerose richieste di rinvio pervenute da società organizzatrici di manifestazioni di corsa su strada, frutto dell’emergenza generata dal contagio per il COVID-19, e in seguito al provvedimento di sospensione dell'attività agonistica fino al 3 aprile la FIDAL comunica che verrà elaborato un nuovo calendario condiviso. Nei prossimi giorni, sentito anche il parere dei Comitati Regionali e degli stessi organizzatori, verranno adottate tutte le misure utili alla ridefinizione delle date delle manifestazioni.

 

Check Also

CORSO ISTRUTTORI REGIONALE VICENZA 2019: LEZIONI INTEGRATIVE ED ESAME FINALE

Ai frequentanti il CORSO ISTRUTTORI REGIONALE VICENZA 2019 A seguito dell'accordo con il Centro Studi …