24 Marzo 2019, 14:38

UNDER 23, C’E’ DEL BUONO AD AUBAGNE

Torino_Del Buono Federica_resizeFederica Del Buono non finisce di stupire. A pochi giorni dal progresso cronometrico che l’ha portata a correre i 1500 in 4’12”65, la vicentina della Forestale si è tolta il lusso di precedere la turca Gamze Bulut, vicecampionessa olimpica ed europea, ai Campionati del Mediterraneo under 23. Federica ha chiuso in 4’14”20, lasciandosi alle spalle l’illustre avversaria, e dimostrando una straordinaria condizione fisica, oltre che una notevole maturità agonistica.

La spedizione veneta ad Aubagne (Francia), ridottasi all’ultimo momento da 11 a nove atleti (forfait per il giavellottista Mauro Fraresso e la pesista Francesca Stevanato), ha raccolto anche la vittoria della poliziotta Desirée Rossit nell’alto (1.80) e due bei bronzi. Merito della junior vicentina Ottavia Cestonaro, atterrata nel triplo ad un ottimo 13.64, a cinque centimetri dal suo record italiano, e della padovana Silvia Zuin, da applausi nei 100 ostacoli (13”78 ventoso).

I risultati degli atleti veneti ad Aubagne. UOMINI. 200: 5.Marcell Lamont Jacobs (FF.OO.) 21”26 (+0.2). 800: 6. Jacopo Lahbi (Atl. Mogliano) 1’50”95. 110 hs: 4. Hassane Fofana (FF.OO.) 13”88 (+0.2). Triplo: 9. Riccardo Appoloni (Insieme New Foods Vr) 15.40 (0.0). Marcia (10 km): 6. Leonardo Dei Tos (Bracco Atletica) 43’16”83. DONNE. 1500: 1. Federica Del Buono (Forestale) 4’14”20. 100 hs: 3. Silvia Zuin (Bracco Atletica) 13”78 (+2.2). Alto: 1. Desirèe Rossit (FF.OO.) 1.80. Triplo: 3. Ottavia Cestonaro (Forestale) 13.64 (-0.2).

Check Also

BORGORICCO, E’ QUI LA FESTA

Ventiquattromila atleti, oltre 230 società. E poi ancora la passione di tantissimi dirigenti, tecnici, giudici …