12 Giugno 2021, 17:16

CORSA IN MONTAGNA, TRICOLORI DA PODIO PER DOLOMITI BELLUNO E VITTORIO ATLETICA

Lanzada celebra i giovani “camosci”: il Gs Csi Morbegno maschile e lo Sportclub Merano femminile si laureano campioni d’Italia di staffette di corsa in montagna tra gli allievi, il Gruppo Podistico Valchiavenna cadetti e ancora lo Sportclub Merano cadette conquistano il Trofeo nazionale di staffette tra gli under 16. Ma sui podi tricolori, in un pomeriggio memorabile, salgono anche i club veneti, con bellunesi e trevigiani in grande spolvero. In sintesi, è il pomeriggio del sabato tricolore di corsa in montagna organizzato in Valmalenco (Sondrio) dalla Sportiva Lanzada, nell’arena naturale del centro sportivo Pradasc e su un percorso indurito non solo da due salite ma anche dalla pioggia battente della prima parte della sessione di gara.

ALLIEVE (distanza 2,6 km, dislivello 140 metri) - Lucia Arnoldo “lepre” in prima frazione, Anna Hofer straordinaria “cacciatrice” nella seconda. Gara palpitante tra le under 18: al comando l’Atletica Dolomiti Belluno con Arnoldo, già terza nel cross tricolore, autrice di un’eccellente tornata d’apertura chiusa in 14’59”0 con 14 secondi di margine su Matilde Bagnus (Podistica Valle Varaita) e 44 secondi sulla vicecampionessa italiana in carica Lisa Leuprecht (Sportclub Merano). Arnoldo lancia Chiara Pedol, ma la figlia d’arte Leuprecht (il padre Christian è stato uno dei grandi della classe 1971, annata che ha avuto Stefano Baldini come esponente numero uno) cambia con la tricolore U18 in carica di montagna e cross Anna Hofer: l’atleta più attesa parte ventre a terra e a metà gara raggiunge la testa della corsa, involandosi sulla seconda salita per consegnare allo Sportclub Merano il titolo con un 14’18”5 che è ampiamente la miglior frazione di giornata. Pedol regge bene nella parte finale della frazione e cesella uno splendido secondo posto per l’Atletica Dolomiti Belluno a 45 secondi dalla vincitrice, mentre in terza posizione c’è ancora lo Sportclub Merano. Lo Sportclub Merano conquista pure il successo di giornata per club e si prende anche lo scudetto del Campionato di Società: 225 punti contro i 167 dell’Atletica Dolomiti Belluno e i 146 della Polisportiva Albosaggia.

ALLIEVI (distanza 4 km, dislivello 290 metri) - Cugini tricolori in casa Gs Csi Morbegno: una buona apertura di Francesco Bongio e una strepitosa frazione di Federico Bongio consegnano ai “diavoli rossi” valtellinesi il titolo italiano, suggellato dall’azione decisiva di Federico nella seconda salita. Nella prima frazione è Marcello Scarinzi, alfiere della Polisportiva Albosaggia già quarto ai tricolori individuali di Concesio, a prendere una manciata di secondi di margine (16) su Oliviero Curti per il Gruppo Podistico Valchiavenna. Federico Bongio parte per quinto, a quasi 58 secondi, e la sua rimonta è progressiva ma inesorabile per un arrivo trionfale con il vessillo tricolore sulle spalle: per il Gs Csi Morbegno la festa è doppia visto che arriva pure lo scudetto di società allievi (considerando la gara individuale del 16 maggio a Concesio e la staffetta odierna) davanti a Vittorio Atletica e Atletica Dolomiti Belluno. Poi, a 22 secondi, il Gruppo Podistico Valchiavenna con il suggello della seconda frazione di Imerio De Stefani e terzo posto per l’Atletica Dolomiti Belluno, che dopo l’apertura di Christian Da Rold salta sul podio con una grande frazione di Samuel Mazzucco. L’Albosaggia è comunque buona quarta dopo la seconda frazione di Federico Lazzarini, quinta la Vittorio Atletica (Francesco Cao-Alvise Bona), sesto il Gs Quantin Alpenplus (Giovanni Sani-Nicolas De Lorenzi).

CADETTE (distanza 2,4 km, dislivello 120 metri) - Le prime a scendere in gara sono le under 16, che corrono sotto la pioggia battente: vince come nel 2020 lo Sportclub Merano. Le due portacolori del club altoatesino dominano la scena: Emma Ghirardello Pichler, seconda nella rassegna tricolore individuale, fa la differenza nell’ultima parte della prima frazione (suo il miglior tempo in assoluto: 13:53.3) e la campionessa italiana Sofia Demetz gestisce il margine ampliando ulteriormente il vantaggio per trionfare con il miglior crono della seconda tornata (14:05.0). Quasi un minuto e mezzo il gap della seconda classificata, una Podistica Valle Varaita subito combattiva con Beatrice Brugiafreddo e poi con Ester Mattio. Terzo il solido binomio del Cs Cortenova composto da Aurora Combi e Ilaria Artusi: il club lecchese è anche quinto con la formazione “B” composta da Alessia Acquistapace e Cristina Mascheri.

CADETTI (distanza 2,6 km, dislivello 140 metri) - È Luca Curioni a “spaccare” la gara con un’ottima frazione di lancio (13’10”5, miglior tempo assoluto) per sé e per il Gruppo Podistico Valchiavenna: 34 i secondi di margine su Oscar Pomoni dell’As Premana, seconda al cambio. Lorenzo Tomera, secondo a entrare in campo per il Gp Valchiavenna, completa l’opera per vincere con 25 secondi di margine su Premana, con la buona prova di Paolo Gianola a mettere il sigillo sul secondo posto (e anche sulla vittoria del club nella classifica di società di giornata). Alle spalle della doppietta lombarda spunta la Cusiocup, che dopo Pietro Ruga rimonta alla grande con la seconda tornata di Simone Abbatecola, per portare i novaresi al terzo posto a 55 secondi dai vincitori superando in volata la Podistica Valle Varaita (Daniele Mattio-Stefano Bagnus) e il Team Pasturo (Lorenzo Milesi-Lorenzo Forni).

RISULTATI

 

     

Check Also

TRICOLORI JUNIORES E PROMESSE, A GROSSETO IL VENETO FA POKER

Quattro ori per il Veneto nella prima giornata dei campionati italiani juniores e promesse, in …