22 Settembre 2019, 16:50

DA CASSOLA A BASSANO PER TRE APPUNTAMENTI CON LA GRANDE ATLETICA 

Grandi campioni, giovani promesse, atleti diversamente abili e normodotati: da sabato 31 agosto tutti, senza esclusione, saranno chiamati a scendere in pista.

Questo fine settimana scatta la “super atletica di fine estate”: un trittico di eventi e gare che si svilupperà tra il campo di atletica di San Giuseppe di Cassola e il centro storico di Bassano e che è promosso, con il sostegno dell'amministrazione comunale cassolese e con il patrocinio di quella di Bassano, dal Gruppo Sportivo Marconi (uno dei pilastri del consorzio di Atletica Vicentina Brazzale). Il club cassolese, da molti anni “di casa” allo stadio di San Giuseppe ha trovato per questa occasione un importante partner in Veneto Special Sport, club con sede a Noale e leader nel Veneto per quanto riguarda il settore paralimpico.

Tre gli eventi messi in programma da sabato 31 agosto al 12 settembre tra Cassola e Bassano. Il cartellone è stato presentato all'Hotel Glamour con gli interventi degli amministratori locali Marta Favaro e Mariano Scotton, del consigliere regionale Sergio Berlato, del presidente di Fidal Veneto Christian Zovico, della vicepresidente nazionale Fispes Antonella Munaro e dell'atleta paralimpica Agnese Caon, oltre che degli organizzatori di Veneto Special Sport e GS Marconi.

1° SERENISSIMA PARA ATHLETICS MEETING

Sabato 31 agosto e domenica 1 settembre lo stadio di Cassola ospiterà il 1° Serenissima Para Athletics Meeting, una due giorni di competizioni giovanili e anche assolute che vedranno protagonisti atleti paralimpici della Fispes, special olympic della Fisdir (paralimpici degli intellettivo relazionali) e normodotati della Fidal. L'appuntamento, organizzato da Veneto Special Sport e dal Gs Marconi, richiamerà sul territorio almeno 300 sportivi da tutta la regione e non solo.

«Tra loro – ha spiegato Fernando De Pieri, responsabile del settore paralimpico di Veneto Special Sport – anche una cinquantina di atleti con disabilità, fra i quali sportivi che hanno raggiunto importanti risultati, come la neo campionessa mondiale della velocità Carlotta Bertoli e poi Agnese Caon e Francesca Cipelli, entrambe campionesse italiane nelle loro discipline, oltre a  Giandomenico Sartor il più veloce di sempre sulla carrozzina». «Le gare per gli atleti normodotati e quelle per gli sportivi con disabilità si alterneranno nel corso della due giorni – ha proseguito il referente della società – proprio per sottolineare che non c'è nessuna diversità e per promuovere l'inclusione e l'avvicinamento dei giovani con disabilità alla pratica sportiva».

«Questo appuntamento – ha aggiunto Claudio Strati, presidente del GS Marconi – si sposa perfettamente con la filosofia “marconiana” e si inserisce idealmente all'interno del nostro “progetto sostenibilità sociale”: un piano che prevede l’inclusione di giovani con disabilità nei gruppi di allenamento».

2° FLY MARCONI

Venerdì 6 settembre ci si sposterà a Bassano, nel centro storico, per la seconda edizione del Fly Marconi: kermesse di salto con l’asta che si terrà in piazza Libertà, dove nel pomeriggio e nel corso della serata si susseguiranno le prove di giovani promesse dell'asta ma anche di molti big italiani, sia donne che uomini. Un anno fa il GS Marconi portò a Bassano 13 campioni italiani della disciplina, la lista degli invitati è in via di definizione ma anche stavolta ci saranno diversi big.

MENNEA DAY

Giovedì 12 settembre, infine, si tornerà allo stadio di Cassola per il gran finale: il Mennea Day. A quarant'anni esatti dal mitico record mondiale di 19”72 sui 200 metri che Pietro Mennea stabilì (proprio il 12 settembre del 1979) a Città del Messico, tutta la cittadinanza sarà invitata a ricordare quel primato, oggi ancora imbattuto a livello europeo. Tutti saranno chiamati a percorrere i 200 metri, in modo da rendere omaggio al “super Pietro”. Anche in questo caso la serata sarà aperta agli atleti paralimpici e la Fispes ha già dato la sua adesione.

«Sarà un momento davvero emozionante perché Mennea è stato il più grande atleta italiano di tutti i tempi – ha rimarcato Claudio Strati - sia per il record, sia per il titolo olimpico, ma anche per la passione e la determinazione che l'hanno sempre contraddistinto, oltre che per la sua immagine di atleta pulito. Avremo con noi un testimonial azzurro di grande rilievo, la velocista veneta Manuela Levorato, una delle più forti atlete italiane di sempre». L’evento offrirà al pubblico e ai partecipanti l'opportunità di sostenere la Fondazione Pietro Mennea Onlus, che opera per la ricerca e lo sport, con progetti di sostegno sociale.

Check Also

REGIONALI CADETTI: LAZZARO E CONCHETTO DANNO SPETTACOLO NEL MEZZOFONDO

Mezzofondisti in grande spolvero nella prima giornata dei campionati regionali individuali cadetti. A Bovolone, nel …