24 Febbraio 2020, 13:04

MASTER, CAMPIONATI ITALIANI DI CROSS A CASSINO

(a cura della Redazione Master) La trasferta non era delle più agevoli e infatti le società venete per i campionati italiani di corsa campestre sono accorse a Cassino in numero molto esiguo. Ciononostante la nostra regione torna a casa con un bottino di quattro medaglie che, in proporzione al numero degli atleti presentatisi al via, rappresenta un bilancio sicuramente positivo.

Il percorso si è dimostrato impegnativo e non banale, con un tracciato ricco di salite e discese che ha messo sicuramente in luce i migliori specialisti italiani di questa disciplina.

Il titolo italiano è stato conquistato da Maria Grazia De Colle (GS Quantin Alpenplus BL) che, all’ingresso nella nuova categoria SF75, ha confermato una superiorità indiscussa che già aveva evidenziato lo scorso anno nelle SF70, mettendo in riga anche le colleghe della categoria inferiore con distacchi superiori al minuto.

Ottima gara per Giorgio Centofante (SM60, Atl. Riviera del Brenta VE) che si è dovuto inchinare alla classe del trentino Leonardi, ma che, dopo un’annata abbastanza travagliata, ha colto un meritatissimo e prezioso argento, lasciando dietro di sé il fior fiore di una categoria che si sta dimostrando sempre più competitiva.

Le due medaglie di bronzo portano infine la firma di due atleti non veneti ma tesserati con le nostre società.

Il ferrarese Rudy Magagnoli (SM40, Discobolo RO) con il terzo posto ha confermato il suo feeling con i prati delle campestri che lo scorso anno, oltre ai successi su pista e strada, gli diedero varie soddisfazioni in campo europeo.

Il siciliano Giovanni Finielli (SM70, GS Tortellini Voltan Martellago), invece, non è uno specialista delle campestri, preferendo il mezzofondo veloce in pista senza disdegnare ostacoli e siepi. Anche lui ha colto il terzo posto giungendo perfino davanti al secondo classificato della categoria inferiore a dimostrazione dell’ottima prestazione in una specialità che non gli è del tutto congeniale.

Il ridotto numero di atleti non ha permesso alle squadre venete di mettersi in evidenza a livello societario fra le tante formazioni che si sono presentate quantitativamente e qualitativamente agguerrite. Tuttavia segnaliamo il 14° posto nel CdS da parte delle bellunesi del GS Quantin, malgrado una pattuglia di sole quattro atlete.

RISULTATI

Per segnalazioni scrivi a: marchi@fidalveneto.it.

Per altre notizie, vai nella sezione Area Master di questo sito.

Nelle foto: le premiazioni di Centofante e Finielli (archivi personali)

Articolo redatto da Sandro Sandri della Redazione Master.

Check Also

ASSOLUTI INDOOR: VALLORTIGARA VOLA (1.96), BELLO’-BORTOLI REGINE DEL MEZZOFONDO

Altri tre ori, tutti al femminile, per il Veneto nella seconda giornata degli Assoluti indoor …