19 Ottobre 2019, 16:32

MASTER, I VENETI AGLI EUROPEI: 7 E 8 SETTEMBRE

ORO PER DIAZ NEL PRIMO WEEK END EUROMASTER, NEL CROSS TRIPUDIO A SQUADRE CON 5 TITOLI!
(a cura della Redazione Master) Dopo la pioggia di venerdì,  il litorale veneto sabato si è svegliato con un bel sole, per il sollievo dei master impegnati nelle tre sedi dei Campionati Europei.

A Caorle le gare sono iniziate di primo mattino, soprattutto con le prove multiple di decathlon e pentathlon,  ma anche con alcune categorie del martello e del salto triplo. Ad Eraclea invece sono stati assegnati titoli nel martello maniglia corta, categorie maschili da M75 in poi e  femminili da W35 a W50, e nel pomeriggio si è disputata la finale diretta dei 1500 m. femminili: su questa distanza segnaliamo un ottimo quinto posto per Sabrina Boldrin (Atletica Silca Conegliano), in gara per la categoria W40, che ha chiuso in 4:53.82, mancando il podio di 3 secondi scarsi, e la sesta piazza guadagnata da Liviana Piccolo (Atletica Expandia Insieme Verona) nella categoria W70 con 7:11.42.
A Jesolo infine protagoniste le corse ad ostacoli e le finali dei 1500 maschili, mentre in campo si  gareggiava per i titoli del salto in alto e salto triplo maschili.

Aramis Diaz (Biotekna Marcon) è primo nei 400 hs M40, con una prestazione che in realtà non lo ha soddisfatto pienamente:  “gli allenamenti sono andati molto bene, e speravo di chiudere la stagione dei 400hs con un SB… invece una volta in pista il vento ha disturbato per i primi 300 mt, e mi sono trovato ad arrivare al primo ostacolo con un passo in più.. sono riuscito a ritrovare il ritmo ma l’ho perso nuovamente negli ultimi ostacoli, e anche la stanchezza si è fatta sentire .. alla fine ho corso solo per vincere, accelerando al nono ostacolo quando mi sono accorto che lo spagnolo mi stava raggiungendo!”… in ogni caso titolo europeo con un crono di 55.15!

Nelle gare ad ostacoli (300 hs) si è distinto anche Giovanni Finielli (G.S. Tortellini Voltan), cat.  M65, che con un tempo di 52.52 rimane appena sotto al podio in quarta posizione.

Ben due medaglie invece nelle finali dei 1500 maschili: Alfredo Bonetti (Biotekna Marcon) ha conquistato l’argento nella categoria M60 con il tempo di 4:43.62, ad un soffio dalla prima posizione; si è piazzato sul terzo gradino del podio Francesco Duca (Pol. Vodo di Cadore), categoria M45, chiudendo la prova in 4:15.58.

In questa gara ottime prestazioni anche da parte di Massimo Furcas (Atletica Mogliano), sesto di categoria M35 con 4:04.86, Enrico Pento (M50, Atletica Vicentina), giunto settimo in 4:27.75, e Saaid El Bouhali (Discobolo RO), ottavo di categoria M35 con un tempo di 4:13.11.
Mentre si correva lungo l’anello, al centro del campo un inossidabile Roberto Bortoloni (Biotekna Marcon) conquistava un ottimo quarto posto nel salto triplo M80 (7.12 vento +0,7).

LE GARE DI DOMENICA
Domenica è stata soprattutto la giornata delle gare di cross, che vedremo meglio di seguito per evidenziare  le ottime prestazioni degli atleti italiani; per quanto riguarda invece le gare stadia disputate (molte sono state rinviate a lunedì), segnaliamo ancora un grande risultato per Andrea Meneghin (Atletica Riviera del Brenta), quarto nel martello maniglia corta categoria M60 con 17.40, e il quarto posto nei 10.000 m. per uno dei più amati e rappresentativi atleti master veneti: Virginio Trentin (Atletica San Biagio), per tutti il Prof., già campione mondiale di maratona nel 2015 a Lione. Reduce dalla scorsa stagione caratterizzata da un infortunio che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi di gara, quest’anno ha progressivamente migliorato la sua condizione su tutte le distanze. Non ha esitato a schierarsi al via di questa edizione dei campionati pur essendo un SM65 costretto a gareggiare in campo internazionale con gli M60 per la normativa sulla data di nascita. Ebbene, ha mancato di un soffio il podio giungendo quarto nella prova stadia più lunga ottenendo un significativo 38:09.87.
In un' altra gara di lanci si è piazzata in buona  posizione anche Laura Vanzin (Vittorio Atletica TV) che ha terminato la sua prova all'ottavo posto scagliando il disco a 27.40 nelle W40.

In questa quarta giornata si sono svolte le batterie dei 400 m. femminili e maschili; fra le atlete finaliste selezionate a Caorle troviamo Yolanda Clant (Pol. Caprioli BL) e Paola Pascon (Atl. San Biagio Tv), entrambe in categoria W50, che speriamo di ritrovare anche sul podio!

Nella stessa specialità in campo maschile troviamo invece fra i finalisti nella categoria M75 Filippo Zanardo (Voltan Martellago) entrato con il terzo tempo con quattro atleti racchiusi in 80 centesimi per la lotta all’oro. Tra gli M55, categoria molto partecipata, Giampaolo Cescon (Atletica Ponzano) accede alle semifinali con il 9° tempo.

CROSS COUNTRY
Domenica di gare al Parco del Pescatore di Caorle bellissimo “crossfield” adiacente allo Stadio di Atletica dedicato alla corsa campestre dove 400 atleti si sono dati battaglia nella distanza unica per tutte le categorie di 4 km, atleti a caccia del titolo continentale master dei prati, individuale e per team, con i tre migliori atleti per nazione a fare la classifica per sommatoria dei tempi.
Nonostante un meteo inclemente la sera antecedente la gara e per le prime batterie femminili la pioggia poi non è più scesa se non a brevi tratti durante tutta la mattinata. Il percorso ha “tenuto” benissimo, pochissimo fango e il giro di 2 km con tratti interni alla pineta e varie curve secche ha esaltato appieno le caratteristiche dei crossisti.
Partendo dall’ultima gara i 4 km M35-40 si registra un’apoteosi per i colori azzurri nella quale hanno contribuito anche atleti veneti e tesserati per società venete.  Saaid El Bouhali ( Discobolo Rovigo) dopo le fatiche dei 1500 della sera prima giunge in quinta posizione tra gli M35 (12:28) contribuendo all’oro a squadre davanti alla Germania.

Identica sorte negli M40 dove è un tripudio azzurro con tre gradini del podio e il titolo continentale a squadre con grande merito di Rudy Magagnoli (Discobolo Rovigo) 11:48 argento individuale e “matador” degli spagnoli.

Ancora medaglie, con il solido bronzo di Francesco Duca (Polisportiva Vodo di Cadore) tra gli M45 (12:17) capofila azzurro per l’oro a squadre dell’Italia davanti a Spagna e Irlanda, e l'argento di Mario Lorenzon (Atl. Valdobbiadene Gsa) alle spalle del neoprimatista europeo dei 1.500 metri Bruno Baggia.
Un altro buon piazzamento, il sesto posto tra gli M70 di Salvatore Puglisi (Voltan Martellago) in 16:21 contribuisce all’oro per i colori azzurri. Intervistato Salvatore parla di una partenza caotica sempre però nelle prime posizioni di categoria; il calo nel finale, dovuto anche ad un forzato stop estivo di un mese, non ha impedito, come terzo degli italiani, di dare il contributo decisivo all’oro di squadra.

Al femminile il Veneto con Sabrina Boldrin (Atletica Silca Conegliano) agguanta la quinta piazza in 14:26 tra le W40 classificandosi migliore delle azzurre che salgono sul gradino più alto del podio per soli 8 secondi davanti alle spagnole. Decima posizione e quinta azzurra per Michela Zorzanello (Atletica Vicentina) purtroppo non al meglio della condizione per un infortunio che non le ha permesso di lottare per le prime posizioni.

VENETI AI PRIMI OTTO POSTI - GARE DEL 7 E 8 SETTEMBRE 2019
ORO
M40- DIAZ Aramis (Biotekna Marcon) - 400 hs - 55.15
ARGENTO
M60 - BONETTI Alfredo (Biotekna Marcon) - 1.500 m - 4:43.62
BRONZO
M45 - DUCA Francesco (Pol. Vodo di Cadore - BL) - 1.500 m 4:15.58

QUARTI POSTI
M60 - MENEGHIN Andrea (Atl. Riviera del Brenta) - Martello m.c. 17.40
M60 - TRENTIN Virginio (Atl. San Biagio TV) - 10.000 mt 38:09.87
M65 - FINIELLI Giovanni (Tortellini Voltan Martellago) 300 hs - 52.52
M80 - BORTOLONI Roberto (Biotekna Marcon) - salto triplo 7.12 (v. +0,7)
QUINTI POSTI
W40 - BOLDRIN Sabrina (Atletica Silca Conegliano) - 1.500 m - 4:53.82
SESTI POSTI
W70 - PICCOLO Liviana (Atl. Expandia Insieme Verona) - 1.500 m - 7:11.42
M35 - FURCAS Massimo (Atl. Mogliano) -  1.500 m - 4:04.86
SETTIMI POSTI
M50 - PENTO Enrico (Atletica Vicentina) 1500 m - 4:27.75
OTTAVI POSTI
W40 - VANZIN Laura (Vittorio Atletica TV) disco 27.40
M35 - EL BOUHALI Saaid (Discobolo - RO) 1500 m - 4:13.11


I VENETI AI PRIMI OTTO POSTI - GARE DI CROSS
ARGENTO
M40 - MAGAGNOLI Rudy (Discobolo - RO) 11:48
Con DEL BUONO Luigi e BORGHESI Gianluca - ORO cross squadre M40
M85: LORENZON Mario (Atl. Valdobbiadene Gsa) - Cross - 26:58

BRONZO
M45 - DUCA Francesco (Pol. Vodo di Cadore - BL) - 12:17
Con DALLABRIDA Manuel e BAGOZZI Michele - ORO cross squadre M45

QUINTI POSTI
W40 - BOLDRIN Sabrina (Atletica Silca Conegliano) -14:26
Con DRELICHARZ Joanna Marta e CALAZ Gessica -  ORO cross squadre W40
M35 - EL BOUHALI Saaid (Discobolo - RO) 12:28
Con BENINI Luca e De BIASIO Giacomo - ORO cross squadre M35

SESTI POSTI
M70 - PUGLISI  Salvatore (Tortellini Voltan Martellago) 16:21
Con GEISER Konrad e FARAGUNA Luciano - ORO cross squadre M70

IL MEDAGLIERE  VENETO COMPLETO

TUTTI I RISULTATI

MASTER, I VENETI AGLI EUROPEI: IL 5 E 6 SETTEMBRE

Per segnalazioni scrivi a: marchi@fidalveneto.it

Per altre notizie, vai nella sezione Area Master di questo sito.

Articolo di  Silvia Gottardo e Alessio Piovanello - Redazione Master.

Nelle foto: il podio di Aramis Diaz (archivio Diaz),  Alfredo Bonetti con Paul Fletcher, il vincitore dei 1.500 M60 (credits Amanda Fletcher), una partenza del cross e il podio a squadre di cross M40 con Rudy Magagnoli al centro (archivio Magagnoli), il podio a squadre di cross  M70 con Salvatore Puglisi a destra (archivio Puglisi). 

Check Also

ARRESTO CARDIACO, A TREVISO ATLETA SALVATO DAL DEFIBRILLATORE

Qualcuno lo definisce eroe. Lui preferisce dire che quello, in fondo, è il suo lavoro. …