8 Dicembre 2019, 14:59

MASTER, MONDIALI DI CORSA IN MONTAGNA, ANCHE IL VENETO HA I SUOI TITOLI IRIDATI

(a cura della  Redazione Master) Il Salento ha ospitato lo scorso fine settimana i Campionati Mondiali Master di corsa in montagna; per gli atleti,  oltre mille al via da 22 Paesi diversi, la sorpresa di poter correre lungo sentieri affacciati sul mare, in una scenografia insolita per questa specialità ma assolutamente spettacolare, che ha comunque garantito un livello tecnico all’altezza dell’evento.

Rispetto ai mondiali del 2018, disputati in Slovenia, quest'anno molti meno  veneti ai nastri di partenza, e di conseguenza meno medaglie conquistate...d’altra parte Gagliano del Capo si trova nella punta più meridionale del Salento, non esattamente dietro l’angolo per noi!

Dopo gli accreditamenti e la cerimonia inaugurale di venerdì, sabato le gare sono iniziate con le categorie maschili e femminili dai 60 anni in su: per loro una distanza di 6,5 km con dislivello positivo di 330 mt e negativo di 207.

Domenica è toccato invece ai master da 35 a 55 anni, su di un tracciato più lungo (10,9 km), in salita per 496 mt e in discesa per  374.

In questa seconda giornata di gare la vicentina Maria Pia Chemello (W45 - Sport Race Asd – Schio) ha dominato fra le italiane, giungendo seconda assoluta in 1:01.24 nella prova dedicata alle categorie W35, W40 e W45; prima di lei  soltanto la belga Charlotte Cotton, categoria W35, che l’ha preceduta di 14 secondi. La Chemello porta dunque a casa il titolo mondiale di categoria individuale e il titolo mondiale a squadre W45  con Ana Nanu e Anna Finizio.

Non sono arrivati a podio individualmente, ma con le loro ottime prestazioni hanno contribuito a vincere l’oro a squadre anche  Patrizia Zanette (W40 – Atl. Dolomiti Belluno), che con il tempo di 1:09.48 è stata la terza italiana ad arrivare al traguardo nella propria categoria (in cui è giunta quinta, e 18ma assoluta), e Luigi Bortoluzzi, anche lui nelle file dell’Atletica Dolomiti Belluno, terzo italiano categoria M55 in 01:01.02; i due compagni di squadra sono spesso protagonisti nelle gare di cross, specialità in cui Zanette è campionessa regionale SF40; la bellunese nel 2018 aveva anche vinto il titolo di campione italiano di corsa in montagna, sempre nella stessa categoria.

VENETI CAMPIONI MONDIALI
W45 - CHEMELLO Maria Pia (Sport Race Asd – VI) 1:01.24

ORO A SQUADRE
W40 - ZANETTE Patrizia ( Atl. Dolomiti Belluno) [con Eufemia Magro (Dragonero) e Stefania Scatigna (Atl. Capo di Leuca)] 
W45 - CHEMELLO Maria Pia (Sport Race Asd – VI)  [con Ana Nanu (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) e Anna Finizio (Us Aldo Moro)]                            
M55 -  BORTOLUZZI Luigi (Atl. Dolomiti Belluno) [con Franco Torresani (Atl. Paratico) e Paolo Tomasoni (Atl. Lumezzane)]

RISULTATI

Link news FIDAL

Per segnalazioni scrivi a: marchi@fidalveneto.it.

Per altre notizie, vai nella sezione Area Master di questo sito.

Nelle Foto: Maria Pia Chemello   (CREDITS - pagina fb SportRace ASD , e archivio Chemello)

Articolo redatto da Silvia Gottardo  della Redazione Master.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se non l'hai già fatto unisciti al gruppo Facebook: Fidal Veneto Settore Master

Check Also

CROSS, POKER VENETO AI CAMPIONATI EUROPEI DI LISBONA

Quattro veneti ai Campionati Europei di corsa campestre, in programma domenica 8 dicembre a Lisbona. …